In una società frenetica e persa nella vita di tutti i giorni tra lavoro, famiglia, e impegni vari la vita sessuale ne risente sempre più pesantemente. In effetti uno stile di vita frenetico causa stress, che porta a delle conseguenze negative sotto le lenzuola. Ma quali sono gli altri nemici del sesso?

Secondo un sondaggio condotto dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo) il 29% dei maschi e il 35% delle femmine considera insoddisfacente la propria vita sessuale con il partner. La Sigo ha promosso in seguito un’iniziativa con l’obiettivo di mettere in allerta i giovani dai dieci principali nemici del sesso, tra i quali vengono segnalati tecnologia, alcol, fumo, droga, obesità, mancanza di sonno, stress, sedentarietà, dolore e le malattie sessualmente trasmissibili.

Galleria di immagini: Nemici del sesso

Uno dei fattori primari che va ad influire sui momenti di intimità è proprio la tecnologia, alias computer e telefonini. Il 28% degli uomini utilizza regolarmente il PC prima di andare a dormire, mentre il 43% delle donne non spegne il cellulare nemmeno sotto le lenzuola. Purtroppo ciò va ad influire negativamente sul rapporto di coppia che potrebbe portare a un calo della vita sessuale addirittura del 70%. In effetti, ben il 95% degli uomini e l’84% delle donne dichiarano di utilizzare il computer durante la notte.

Alcol e droga, ovviamente hanno effetti negativi non solo sulla vita di coppia ma sulla propria vita in generale. Poco tempo fa abbiamo parlato di come il vino può aiutare l’eros femminile, ma bevendone al massimo uno o due bicchieri al giorno. Chiaramente se si comincia ad abusarne allora si parla di alcolismo, ben diverso dal bicchiere di vino ogni tanto. Per quanto riguarda la droga, non c’è niente da dire se non che sia un metodo efficace e veloce per rovinarsi la vita.

Il 37% dei maschi e il 24% delle femmine fuma regolarmente sigarette. Oltre che ad essere una minaccia per la fertilità femminile, queste mettono in pericolo anche il desiderio e l’efficienza sessuale. Mangiare cibi poco sani molto spesso può portare alle stesse conseguenze. Il dolore durante i rapporti intimi può essere collegato allo stress, che molte volte può portare a dormire male e poco. Lo stress, può essere combattuto praticando sport che aiutano a sfogare tutto quanto accumulato durante il giorno, ma un quinto degli uomini e un terzo delle donne dichiarano di non praticare mai sport. Inoltre, per quanto riguarda le malattie sessualmente trasmissibili, il 13% degli uomini e il 42% delle donne dichiarano di averne sofferto.

Ma i fattori che vanno più a preoccupare gli esperti sono proprio il sonno e la pigrizia. Secondo uno studio inglese, 7 coppie su 10 evitano di fare sesso perché si dichiarano troppo stanche e due coppie su tre trovano le forze per compiere l’atto solamente durante il week end. La sedentarietà non è da sottovalutare: può portare a depressione, a una maggiore vulnerabilità a fumo, alcol e droghe e nelle donne può aumentare i disturbi mestruali.

Solamente il 12% degli uomini e il 9% delle donne definiscono ottimo il loro rapporto sotto le lenzuola. I problemi più comuni che tendono a rovinare questo momento sono però eiaculazione precoce (32%), difficoltà di erezione (27%), ansia da prestazione (21%) e calo del desiderio (14%) per lui, mentre per lei il calo del desiderio si trova in pole position (36%), seguito da dolore (21%) e ansia da prestazione (9%). Inoltre ad aggravare tutto ciò si aggiunge l’incoscienza: solo il 35% dei maschi utilizza abitualmente il preservativo mentre i restanti fanno ricorso al coito interrotto. Per quanto riguarda le donne, solo il 18% utilizza la pillola.