Ci sono donne che cercano l’anima gemella per una vita intera, e altre che ammettono di stare bene, anzi meglio, da sole. Tutte le single indistintamente, presto o tardi, si pongono una domanda dalla risposta spesso indefinibile: perché non sono ancora sposata?

Una nota autrice televisiva statunitense, celebre per la sua lingua tagliente, ha stilato un decalogo di caratteristiche proprie di ogni donna nubile, una serie di difetti che renderebbero impossibile, o quantomeno improbabile, l’arrivo all’altare.

Galleria di immagini: Matrimonio

Lei è Tracy McMillan, e le sue affermazioni sono tutt’altro che facili da digerire. Il background che spinge una donna a domandarsi perché non è sposata, e che fa nascere in lei il desiderio di contrarre matrimonio, è più o meno sempre lo stesso.

Nel momento in cui la single perfetta decide che la vita matrimoniale non fa per lei, ecco che arriva l’ennesima amica entusiasta nell’annunciare le sue imminenti nozze con l’uomo ideale, che è chiaramente capitolato ai suoi piedi.

E se il problema, se di problema si può parlare, fossero proprio i difetti che accomunano le nubili? Secondo la McMillan, infatti, non sono gli uomini a rendere difficile il passaggio dal fidanzamento al matrimonio.

Primo punto. Le donne single sono sempre arrabbiate, poco disponibili e, cosa peggiore, pensano di essere le più intelligenti sulla faccia della terra. Al contrario, gli esponenti del sesso forte amano avere al proprio fianco compagne gentili e affettuose.

Le donne sole, inoltre, non sanno cercare l’uomo giusto, anzi, dicono di non trovare uno che abbia un carattere forte e deciso, ma non si accorgono che sono proprio i maschi con queste caratteristiche ad andare dritti fino alle nozze.

E ancora, se una donna ha troppi rapporti occasionali farà sempre fatica a trovare qualcuno da sposare. Perché? È colpa dell’ossitocina, l’ormone dell’amore che passata una certa età rende le esponenti del sesso debole sempre più confuse in materia.

Le donne, poi, non dicono mai ciò che realmente desiderano da una relazione, negando di volere il matrimonio per paura di spaventare il partner. La single è quindi bugiarda, ma anche egoista, perché se è ancora sola probabilmente è troppo concentrata su di se, sulla carriera, sull’aspetto fisico.

L’ultima grande verità, e forse anche quella che fa più male, riguarda proprio la concezione che una donna ha di se da punto di vista estetico. La tendenza generale è quella di sottovalutarsi, e di conseguenza cercare il massimo della perfezione nel compagno. Non ci si rende conto, tuttavia, che questo atteggiamento rappresenta uno dei peggiori ostacoli al matrimonio, perché gli uomini non cercano una moglie che vuole far credere di essere diversa da quello che è.

Pensate che questo sia il vero ritratto della zitella moderna?