Per chi a Capodanno non ama gozzovigliare per piazze intasate, o discoteche sovraffollate, una buona soluzione è rimanere in casa, soli o accompagnati, per una serata all’insegna dei film di fantascienza. Una volta superata la profezia dei Maya sulla fine del mondo, può essere interessante vedere a cosa si è scampati.

=> Scopri tutte le pazzie sulla fine del mondo

Galleria di immagini: Film di fantascienza, locandine

Nel filone della fantascienza apocalittica, non si può non guardare Melancholia, celebrato come capolavoro a Cannes di Lars Von Trier, con Kirsten Dunst e Charlotte Gainsbourg nei panni di due sorelle minacciate dall’arrivo di un’asteroide che sta per schiantarsi sulla Terra. O il più leggero Cercasi Amore Per la Fine del Mondo, con Keira Knightley in un insolito ruolo comico, in fuga con Steve Carrell mentre un altro asteroide sta per finire la Terra. Se invece si è in vena drammatica, allora bisogna lasciarsi immergere nelle cupissime atmosfere di The Road, dal romanzo di Cormac McCarthy, con Viggo Mortensen.

Ma non c’è niente di meglio che dedicarsi alle tante possibilità di maratone Sci-Fi. ad esempio rispolverando tutti gli episodi di Guerre Stellari, da quello del 1977 fino al La Vendetta dei Sith, preparandosi così all’arrivo del settimo episodio della saga. Oppure si può passare in rassegna la saga di Alien, magari culminando con Prometheus. Sempre per innestare un confronto tra passato e presente, si può riguardare Atto di Forza del ’90, di Paul Verhoeven con Arnold Schwarzenegger e Sharon Stone, e di seguito guardare la nuova versione Total Recall con Colin Farrell, Kate Beckinsale e Jessica Biel, e trovare le differenze.

=> Leggi dell’arrivo del settimo episodio di Star Wars per la Disney

Il panorama cinematografico dal 2000 ha aperto molte piste interessanti nel mondo fantascientifico, per chi se le fosse perse, bisognerà recuperare l’acclamatissimo Donnie Darko, dove il giovane Jake Gyllenhaal è immerso in una realtà che si confonde tra presente, futuro e immaginazione. O ancora nel futuro distopico di Non Lasciarmi, dal romanzo di Ishiguro con il tris di giovani star Keira Knightley, Carey Mulligan e Andrew Garfield, destinati ad affrontare un tragico destino. O ancora I Figli degli Uomini, con Julianne Moore e Clive Owen in un 2027 dove nessuno riesce più ad avere figli.

Infine per gli estimatori del genere, non c’è occasione migliore per dedicare l’intera ultima notte dell’anno per recuperare i grandi classici: L’uomo invisibile, dal romanzo di H.G. Wells (1933), dove uno scienziato trova il modo di diventare invisibile rischiando la salute mentale; L’invasione degli Ultracorpi (1956) dove la comunità di un paesino americano è minacciata dai replicanti alieni; Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo (1977) di Steven Spielberg dove l’incontro con un Ufo cambia la vita del protagonista; o per finire Guida Galattica per Autostoppisti, dal romanzo culto di Douglas Adams.