Il film di fantascienza “Star Trek” del regista J.J. Abrams, dopo aver conquistato il botteghino mondiale, incassando oltre 375 milioni di dollari, primeggia anche nella classifica dei film più scaricati del 2009.

Così THR, in base alla ricerca condotta da TorrentFreak, ha annunciato che il film più piratato del 2009 è stato “Star Trek”. Il film è stato scaricato almeno 11 milioni di volte Al secondo posto della classifica c’è un altro film di successo, “Transformers: Revenge of the Fallen“, che è stato scaricato almeno 10,6 milioni di volte.

Essendo entrambi pellicole di successo, il loro primato anche nella top ten dei più piratati non desta alcuna meraviglia.

Curioso invece risulta il terzo posto che vede protagonista il film “Rocknrolla“, del regista Guy Ritchie, ex marito della pop star Madonna.

Il regista inglese con questa pellicola ha deluso il botteghino, incassando appena 26 milioni di dollari. Dai dati appena riportati, sembrerebbe che gli spettatori abbiano preferito scaricarsi il film di Guy Ritchie dal Web, piuttosto che vederlo al cinema. Le uniche ipotesi che si possono avanzare a riguardo sono che gli spettatori possono aver pensato che il film non valesse i soldi del biglietto del cinema, oppure che i pochi che hanno visto il film lo abbiano pubblicizzato in maniera positiva dopo la pellicola era stata tolta dalle sale, per cui l’unico modo per poterla vedere era tramite Web. Entrambe le ipotesi non sono sicuramente favorevoli al regista inglese o al suo film.

Altri titoli importanti, che non potevano mancare dalla top ten della classifica, sono “Twilight“, il film romantico vampiresco capostipite della omonima saga, che si posiziona al quinto posto, e “Harry Potter e il Principe Mezzosangue” al settimo posto.

Interessante è il caso del film “X-Men Origins: Wolverine“, che occupa solamente il nono posto. Il film, diretto da Gavin Hood, è uno spin off dedicato a Wolverine, supereroe della Marvel Comics interpretato da Hugh Jackman. Un mese prima dell’uscita nelle sale, il film, in versione non definitiva, è finito online. Milioni di utenti, quindi, lo hanno potuto scaricare e hanno invaso il Web con i propri commenti. Il caso è stato eclatante: gli agenti dell’FBI hanno subito incriminato il pirata del Web e oscurato il link. Nonostante la visione in anteprima sul Web, però, il film ha comunque incassato 180 milioni al box office.

Così se ad una prima occhiata sembrava potesse essere la pellicola più scaricata del 2009, “Wolverine” si è dovuto accontentare di un semplice nono posto.