I Green Day avrebbero dovuto incantare i fan italiani con due ore di concerto all’Arena Parco Nord di Bologna: ma alle 19.30 di ieri gli organizzatori dell’I-Day Festival hanno annunciato la cancellazione del live.

Billie Joe Armstrong, leader dei Green Day, è stato ricoverato all’ospedale Maggiore di Bologna per un malore. Il cantante avrebbe accusato dolori addominali: il referto medico non è stato divulgato, ma qualcuno parla di gastroenterite. In ogni caso, i medici hanno consigliato ad Armstrong di passare la notte in ospedale.

Galleria di immagini: Green Day

All’annuncio della sospensione del concerto, migliaia di fan hanno lasciato l’Arena tra tristezza e rabbia. In breve, hanno iniziato a intasare la pagina Facebook dell’organizzazione dell’evento con richieste e aspre critiche.

Alcuni chiedevano notizie sullo stato di salute di Armstrong; altri sulle modalità di rimborso del biglietto (modalità che sembrano in via di definizione, anche se l’annuncio di ieri prometteva il rimborso totale); altri ancora hanno cercato di indagare le dinamiche dell’intero accaduto.

Già dal mattino, infatti, tutti erano a conoscenza del ricovero di Armstrong grazie al tam tam sui social network: i fan si lamentano di non essere stati avvisati prima, cosa che a molti avrebbe evitato lunghi viaggi per raggiungere l’Arena. Soprattutto, in tanti rimangono dubbiosi in seguito all’ascolto del videocomunicato di Mike Dirnt e Tre Cool, i quali affermano che Armstrong sia stato ricoverato in ospedale la notte precedente l’evento. Altri ancora affermano che il ricovero sia avvenuto il giorno stesso a mezzogiorno. Inoltre, sembra che Billie Joe abbia firmato le dimissioni dall’ospedale alle venti di ieri sera.

Di sicuro, il modo in cui si sono svolti i fatti rimane molto confuso, cosa che non argina la rabbia e la desolazione dei fan. I Green Day, nel loro comunicato, promettono di tornare a Bologna il prossimo anno. Nel frattempo, rimangono le lacrime e la delusione di ragazzi e ragazze che non hanno potuto assistere al live dei loro beniamini.

Fonte: TgCom