Anche l’occhio vuole la sua parte, soprattutto quando si va in ufficio e il look da presentare a colleghi deve (o dovrebbe) essere adatto alle situazioni di lavoro. Posto che per gli uomini è meglio bandire calze bianche corte e che per le donne a caviglia grossa sono “vietate” le ballerine, ci sono alcuni colori che sarebbe meglio evitare.

=> LEGGI quali sono i peggiori errori di stile sul lavoro

Del resto, visto che in molte aziende americane il look per l’ufficio merita un’attenzione maniacale, ci sono degli accorgimenti che dovrebbero essere seguiti per avere più successo (professionale) col proprio capo, anche perché certe tinte possono avere ripercussioni sul battito cardiaco e sulla respirazione, come dei ricercatori scoprirono nel 1974.

Un consiglio? Al lavoro meglio indossare capi d’abbigliamento di colore verde, blu, marrone o nero (magari non tutti e 4 insieme). Il primo denota freschezza, salute e armonia ed è associato con i soldi (negli Usa, visto che i dollari sono verdi) e col via libera del semaforo. Il secondo è invece associato alla sincerità e alla saggezza e ha un effetto rilassante, ideale soprattutto dove la tensione si taglia con il coltello.

=> SCOPRI i 6 lavori che non prevedono un dress code

Il marrone è invece il colore della stabilità ed è associato al il sesso maschile. In un ufficio a predominanza di uomini, se una donna indossa vestiti color cioccolato può dare maggiore credibilità. Poi c’è il nero, che oltre a incutere sentimenti di mistero e di serietà è considerato elegante e “smagrente”.

Attenzione anche ai colori che è meglio evitare in un luogo di lavoro: il giallo è si quello che esprime gioia ma anche instabilità ed energia, cosa che potrebbe apparire come un segno di debolezza. C’è poi il grigio, che trasmette un senso di passività, di poco coinvolgimento e di scarse energie, con effetti negativi sulla considerazione del proprio capo. Attenzione a non accoppiarlo con una tinta accesa, perché si aumenterebbe tale effetto negativo.

Male anche il rosso, che se va bene per un primo appuntamento non va bene se si va in ufficio (o alla corrida) perché indica passionalità e focosità anche perché secondo gli studiosi fa aumentare la pressione del sangue. In ufficio è percepito come un po’ ostile.

=> LEGGI perché un look casual mette a rischio la carriera

Altri colori, come l’arancione, il porpora e il bianco andrebbero indossati con moderazione o al massimo come piccolo “tocco” finale: il primo indica entusiasmo, ma attira troppo l’attenzione. Il secondo è associato al lusso ma dato che non si trova in natura, è visto come qualcosa di artificiale: meglio allora limitarsi a una sciarpa o a una borsa così. Il terzo, infine, indica limpidezza e perfezione: va benissimo se si tratta di una camicetta o di un foulard, ma troppo bianco denota timidezza e sterilità di idee, cosa non ideale in un luogo di lavoro.

Fonte: Aol Jobs