Il 18 aprile, come ogni anno, si svolgerà a Londra un evento di portata internazionale, il “S. Pellegrino World 50’s Best Restaurants“. La competizione avrà luogo presso la Guidhall della capitale inglese ed è volta a premiare i 50 migliori ristoranti del mondo.

Lo scorso anno il premio è andato allo chef del ristorante Noma di Copenaghen, il danese Renè Redzepi, che con le sue delizie culinarie ha tolto il podio allo spagnolo Ferran Adrià. Quest’ultimo, chef del ristorante El Bulli, ormai da molti anni riusciva infatti ad accaparrarsi il tanto desiderato primo posto.

Galleria di immagini: Menu e ristoranti

Il merito delle sue numerose vittorie va alla “Cucina Molecolare” di cui lo chef spagnolo è il massimo esponente. Questa particolarissima cucina non si basa infatti sulla dedizione e il sentimento che lo chef impiega nella creazione delle sue delizie, piuttosto fa leva su regole di chimica e fisica per riuscire a bilanciare a suo piacimento i sapori della pietanza che sta per servire.

Quest’anno Massimo Bottura, titolare dell’Osteria Francescana di Modena, avrà l’arduo compito di rappresentare l’Italia all’interno di una competizione tanto difficile. Nel Bel Paese si è comunque fiduciosi, poiché già nella scorsa edizione del contest, l’Italia è riuscita ad aggiudicarsi il sesto posto, un gradino già abbastanza importante considerando il numero dei partecipanti.

Ad accrescere le aspettative vi è il fatto che, lo scorso febbraio, lo chef modenese ha ottenuto il riconoscimento di “Migliore cuoco del mondo” e quindi si considera che abbia chance per vincere.

Quest’anno i Paesi in competizione saranno ventisette, rappresentati in totale da circa ottocento importanti chef, ognuno dei quali valutato e selezionato attentamente da una commissione di esperti in gastronomia. Per tenersi aggiornati sulle valutazioni della giuria e per seguire passo dopo passo le novità sull’evento, è sufficiente collegarsi al sito ufficiale del S. Pellegrino World 50’s Best Restaurants.