I Murr, fashion consultant, direttori creativi, stylist, personal shoppers, consulenti di immagine e stile, sono una delle coppie più affiatate del mondo della moda. Insieme nella vita da oltre vent’anni, hanno uno stile e un carisma che li rende unici e inimitabili.

Amati dal grande pubblico per la partecipazione in qualità di consulenti di stile nella trasmissione di Giusi Ferré “ Io donna – Buccia di banana”, saranno presto protagonisti di una seconda serata su Rai Uno con una rubrica tutta loro. Il ruolo? Didattico. Partendo da alcuni capi di abbigliamento storici, parleranno della loro evoluzione e delle diverse declinazioni. Li abbiamo incontrati a spasso per Roma e fatto loro un po’ di domande.

Galleria di immagini: I Murr: gli stylist più famosi d'Italia

Cos’è l’amore?

Antonio: L’amore è la più grande espressione di equilibrio. L’amore verso se stessi si proietta verso gli altri. L’amore è “un trampolino” per sognare.

Cosa vogliono oggi le donne?

Roberta: Le donne oggi vogliono essere libere, vogliono essere belle, non vogliono più soffrire per belle apparire. Si sono ribellate ad una serie di diktat. Vogliono essere giovani e fresche a ogni età. Si alla chirurgia estetica, ma fatta con equilibrio per sentirsi in equilibrio con se stesse.

Cosa è In e cosa è Out oggi?

Antonio: Oggi essendo un periodo di multi tendenza non ci sono cose in e out in modo assoluto, anche se tutto ciò fa parte del gioco della moda. In è tutto ciò che è comodo, che ci fa sentire bene. È contaminazione di stili diversi. Out è tutto ciò che non ci mette a nostro agio.

Ci date qualche consiglio per sentirci belle?

Roberta: Imparate ad amarvi, ad avere maggiore cura di voi stesse. I piccoli dettagli, ricordate, fanno la differenza: curate le mani per esempio e cercate di avere i capelli sempre a posto.

Cosa è la moda?

Roberta: È un gioco. È la capacità di mettere insieme, partendo dai dati tecnici (fisicità) tutti il resto: i colori, i tessuti, le forme. È tutto questione di equilibrio. Se si eccede o si ostenta si cade nel ridicolo.

Ci date qualche consiglio d’acquisto per il guardaroba perfetto?

Antonio e Roberta: Non deve assolutamente mancare un abitino nero. Non un tubino nero come dicono tutti. Non a tutte sta bene il tubino dal momento che non si adatta a tutti i tipi di fisico. Si alle scarpe, alte e belle (ricordate che le scarpe fanno la differenza) e soprattutto di qualità (i piedi vanno coccolati!), si a una clutch o pochette da sera. Ma la cosa che non deve mancare nel guardaroba perfetto è il reggiseno! Si vedono in giro cose orribili. Senza il reggiseno giusto l’outfit perde. Le donne si lasciano abbindolare dai pizzi e merletti, ma poi non pensano al giusto reggiseno.

Cosa augurate alle nostre lettrici?

Antonio: Amatevi sempre e sorridete perché il migliore accessorio che si può indossare è il sorriso!