Anno nuovo, telefilm nuovi. Se l’ultima stagione di “Lost” risulta essere inevitabilmente l’evento televisivo più atteso dell’anno, dagli USA arrivano nuove serie che scalpitano per prenderne il posto nel cuore dei telespettatori.

C’è molta attesa attorno a “Spartacus“, la nuova serie storica che cercherà di replicare il successo de “I Tudors” e per “Boardwalk Empire“, ambientata negli anni ’20, ispirata ai film gangster e con un pilot firmato da un regista d’eccezione: Martin Scorsese.

Più attuale è invece “Life Unexpected“, che nonostante parta dal filone adolescenziale, sembra per una volta aver convinto anche la critica d’oltreoceano. Protagonista è una teenager data in adozione che ritrova i suoi scapestrati genitori biologici. Il telefilm è l’occasione per rivedere due volti molto amati dal pubblico telefilmico: Shiry Appleby e Kerr Smith.

La nuova serie famigliare “Parenthood” prende ispirazione da un film del 1990 di Ron Howard, uscito in Italia con il titolo “Fra nonni e nipoti”, e vedrà anch’essa due attesi ritorni, quello di Lauren Graham, la mitica Lorelai Gilmore di “Una mamma per amica” e Peter Krause da “Dirty Sexy Money” e “Six Feet Under”.

Sono comunque pronte ai nastri di partenza serie per tutti i gusti. Dal fantascientifico “Caprica“, che prova a raccogliere l’eredità di “Battlestar Galactica”, al bellico “The Pacific“, ideale seguito di “Band of Brothers”, fino a “Human Target” che si preannuncia un incrocio tra “24” e i film action anni ’80.