Dopo averlo visto in Unti e bisunti girare tutt’Italia per assaggiare ogni sorta di cibo tradizionale, l’abbiamo conosciuto nei panni di Cacciatore di Tifosi per il Sei Nazioni di Rugby 2014, ma Chef Rubio non si ferma qui e tornerà a ottobre su DMAX con un programma in cui, stiamo certi, metterà tantissima carne al fuoco. Gabriele Rubini, alias Chef Rubio, sarà uno dei giudici del nuovo cooking show targato Discovery dal nome “I re della griglia“, un format nuovo, originale e innovativo (LEGGETE QUI LA NOSTRA INTERVISTA ESCLUSIVA A CHEF RUBIO).

Galleria di immagini: Chef Rubio foto: le immagini di Gabriele Rubini durante le riprese di Unti e bisunti

Insieme a Cristiano Tomei, patron de l’Imbuto di Lucca, e a Paolo Parisi, l’allevatore-gourmet, Rubio giudicherà in ogni episodio gli aspiranti re della griglia che si sfideranno a colpi di barbecue di fronte ai tre severissimi personaggi che animeranno il programma televisivo. I concorrenti avranno il compito di dimostrare innanzitutto il loro valore, le loro doti di perfetti grigliatori e la loro passione per il fuoco secondo uno schema di prove culinarie ad eliminazione tra ricette sia della tradizione italiana che di quella internazionale. Il premio finale? La possibilità di partecipare ai campionati mondiali di Barbecue che si terranno a giugno 2015 in Svezie e di pubblicare il libro di ricette ufficiali de “I re della griglia”.

Saranno sei puntate da 60 minuti l’una, tutte in onda il lunedì sera a partire da ottobre 2014. La simpatia e l’originalità dei tre giudici sarà la chiave del successo del primo talent show di DMAX. Tre personaggi unici nel loro genere come Rubio, lo chef anticonformista ma di cuore, appassionato di musica, tatuaggi e fumetti che ama gustare una pietanza gustosa mangiando con le mani e leccandosi le dita. Cristiano Tomei, invece, chef davvero particolare, è diventato famoso per la sua speciale carne cotta sulla corteccia. In ultimo Paolo Parisi, già personaggio particolare per il modo di presentarsi di fronte alla telecamera e unico nel suo genere per aver inventato uno speciale uovo, quello mandorlato con un gusto diverso, superiore anche dei migliori prodotti tradizionali.

Foto ufficio stampa