Cambiare acconciatura aiuta a ravvivare il proprio aspetto e scegliere dei tagli di capelli che ringiovaniscono può essere un’ottima opzione per scrollarsi di dosso qualche anno di troppo. Seguendo qualche piccolo suggerimento e facendosi consigliare dal proprio parrucchiere di fiducia, si può arrivare a sembrare più giovane anche di un paio di lustri.

Di solito si tende ad accorciare la lunghezza dei capelli quando si inizia a superare gli anta, perché i capelli crescono più lentamente, diventano più deboli, si spezzano facilmente e quindi restano più corti. Tuttavia le possibilità tra le quali scegliere i tagli di capelli che ringiovaniscono sono tante. Vediamone alcune.

  • Il taglio boyish (o alla garçonne), il bob cut, il caschetto classico o in versione allungata, il long bob molto in voga negli ultimi anni sono tra le opzioni migliori. L’importante è puntare sempre su tagli movimentati e mossi per un effetto grintoso. Il taglio cortissimo, se si hanno i lineamenti dolci e delicati, è quello che ringiovanisce di più, perché mette in mostra il viso e punta tutta l’attenzione su sguardo e labbra.
  • Chi preferisce portare i capelli di media lunghezza può optare per un carrè pari o scalato, a seconda dei gusti. La frangia ringiovanisce e riesce a coprire efficacemente le rughe che segnano la fronte. Quella lunga laterale è bellissima, sofisticata e semplice allo stesso tempo. Una riga in mezzo, con le ciocche a correre lungo il viso, aiuta a camuffare e nascondere piccoli difetti come le rughe a zampa di gallina. A seconda dell’età si può scegliere uno scalato asimmetrico oppure più corto dietro o ancora con lunghezze differenti ai lati.
  • Le donne che desiderano conservare un taglio di capelli lunghi devono curarli in maniera impeccabile. Meglio lo stile beach wave, perché il riccio regala un’allure più naturale e meno ingessata al volto e mette in evidenza i riflessi naturali dei capelli. Al contrario, i capelli lunghi e lisci fanno risaltare proprio tutti i difetti del viso, dalle piccole rughette ai lati della bocca alle zampe di gallina fino a borse e occhiaie.
  • I tagli geometrici sarebbero da evitare per le donne che hanno capelli folti perché tendono ad appesantire la figura, mentre quando le chiome sono formate da capelli ricci medi è meglio sfoltirli per evitare un effetto funghetto. Per i capelli fini, sono preferibili i tagli scalati e assolutamente da sfuggire quelli di tipo sfilato, perché impoveriscono la capigliatura.