Già dai primi giorni di agosto, nelle vetrine delle boutique faranno capolino abiti ed accessori della stagione autunno/inverno. Può essere utile quindi dare un’occhiata ai trend che si imporranno nella prossima stagione, per essere eleganti e raffinate o casual e sbarazzine, a seconda dei gusti personali e dei contesti in cui ci si trova.

Un dettaglio su tutti: il colore. Il binomio del bianco e nero, il grigio, il blu e il verde saranno i protagonisti indiscussi della prossima stagione. Sarli punta sul forte contrasto per antonomasia e sulle forme geometriche: gli abiti richiamano onde, spirali, scacchi, il tutto giocando con una enigmatica tridimensionalità. Non mancano poi le creazioni in seta, colorate e scultoree. Gattinoni, invece, propone abiti che paiono architetture e strizza l’occhio ai colori siderali (oro, argento e platino) per le tute ricamate.

Galleria di immagini: Nuovi trend 2011/2012

Anche lo stile geometrico s’impone, dando vita ad accostamenti a volte irriverenti ma sempre eleganti. Gucci crea cappe di lana a trecce e bermuda larghi in tweed, per essere sempre trendy senza tralasciare il comfort che solo questa fibra naturale può dare. A proposito di questo morbido tessuto, Chanel lancia i top in lana lavorata con fili d’argento, mentre Louis Vuitton presenta la giacca bouclé con un solo bottone, da indossare rigorosamente sopra pantaloni larghi.

Un’ottica conservatrice e al contempo trasgressiva è quella di Valentino, che ha scelto colori classici per proporre giacche di pelle con volants da abbinare ad audaci pantaloni di pizzo mentre Giorgio Armani rende omaggio al Giappone, con eleganti kimono per le occasioni speciali e giacche arricchite da stampe floreali. Altri tipi di dettagli per Givenchy, il quale punta sul total white impreziosito da perle, pizzi, chiffon e veli.

Diversi stilisti si sono ispirati per le loro collezioni agli anni quaranta e al glamour intramontabile di quell’epoca: da Miu Miu a Donna Karan, da Louis Vuitton a Fendi, passando per Moschino, John Galliano ed Elie Saab. Roberto Cavalli fautore di una moda anticonformista ed eccentrica, dona nuovo splendore ai mitici Seventies con lunghi abiti di chiffon da abbinare a gilet di pelliccia. Chloé, dal canto suo, rilancia le gonne al ginocchio: in cuoio, chiuse a portafoglio o con l’interno in felpa.

Raffinatezza briosa in casa Blumarine, che propone sensuali tute in cashmere con fiocco laterale mentre alle serate particolari ci pensa Dior, con abiti lunghi in pizzo adornati da balze sontuose ma discrete. Riguardo ai cappotti, Céline rivisita gli anni Sessanta. Il risultato? Ampi soprabiti in lana da abbinare ad abiti di pied de poule maliziosamente corti, calze e décolletée.     

Capitolo a parte per gli accessori: tanto, tantissimo colore con Missoni ed Emilio Pucci. Sono coloratissime le postine stampate con tracolla di Pucci e i sandali in tessuto fiammato con inserti in suède e pitone di Missoni. Ancora una volta forme e colori richiamano inequivocabilmente e irresistibilmente gli anni settanta. Più pratico Giorgio Armani, il quale propone borse di camoscio con catena a forma di busta.

Monili eccentrici per Chanel: bracciali gioiello e choker di metallo dorato con pietre, da indossare con disinvoltura e non meno estrosa è la scelta di Louis Vuitton, il quale lancia splendidi orecchini di piume: la scelta per chi vuole osare. Irrinunciabili, Etro propone collane macro dal design sofisticato e inconfondibile.

Le scarpe: colorate e in grado di dare una sferzata alle giornate invernali. Le décolletée di Casadei sono gialle e verdi con tacchi grossi; Vionnet lancia i tronchetti marroni e ocra con fiocco. Bianco e nero la scelta per le scarpe di Emporio Armani, décolletée in tessuto stampato con tacco grosso di legno. Se Dolce & Gabbana azzarda Mary-Jane in camoscio e cavallino, l’idea di Tory Burch è una zeppa rosso lacca con cuoio e corda.

Must have: le clutch. Dolce & Gabbana le propone con frange, Diane Von Furstenberg le concepisce in struzzo con placca dorata e nappina. Roberto Cavalli lancia invece la pochette di pitone con dettaglio in metallo, mentre Bulgari intriga con una minaudière in resina con inserti di metallo. Tentazioni stuzzicanti per portafogli all’altezza della situazione.