Non è sempre facile superare una separazione in modo corretto: tra il trauma del fallimento, il livore verso il partner e la delusione, i beni da spartire e i bambini da gestire sono tante le situazioni che possono creare ansia.

Il problema riguarda purtroppo molti italiani: secondo i più recenti dati Istat pubblicati nel 2014, nel 2012 le separazioni nel nostro paese sono state 88.288 e i divorzi 51.319; e, sebbene in lieve calo rispetto al 2011 (rispettivamente -0,6% e -4,6%), entrambi i fenomeni sono notevolmente aumentati nell’arco degli ultimi decenni.

Ecco allora, affinché si oltrepassi questo momento al meglio – per quanto possibile -, i trucchi per superare una separazione in modo corretto.

  • Essere gentili, o almeno rispettosi, l’un l’altro. Quando le emozioni sono intense, è molto facile lasciarsi andare ad affermazioni offensive a vicenda, soprattutto se c’è stata una mancanza grave da parte di uno dei due partner, come un tradimento. Ma se vi siete davvero amati, e comunque dovete avere a che fare ancora con l’ex sia per la spartizione dei beni che per i figli in comune, cercate di essere gentili e civili.
  • Prendetevi tutto il tempo necessario. Se siete in procinto di separarvi, prendetevi comunque tutto il tempo che occorre per pensare, per parlarne e per raggiungere una decisione in un senso o in un altro. Non sono scelte che si prendono rapidamente.
  • Non fate pressioni all’ex partner. Il vostro ex potrebbe avere tempi di reazione ed accettazione diversi dai vostri: come voi vi siete presi del tempo per decidere, pensare, riflettere, lasciate che anche l’altro lo faccia.
  • State da soli per un po’. Dopo la separazione non abbiate fretta di buttarvi tra le braccia di un’altra persona subito: potrebbe sembrare che la cosa vi faccia star meglio al momento, ma le vostre emozioni potrebbero andare in tilt ancor più di adesso e potreste ritrovarvi a passare ore terribili cercando di capire i vostri veri sentimenti. Prendetevi un po’ di tempo per stare soli e ricostruire la vostra personalità senza l’altro.
  • Cercate di capire l’equilibrio tra dipendenza e indipendenza. Cercare di mantenere la propria indipendenza emotiva durante un matrimonio non è facile: se non l’avete fatto, ora sarete obbligati a ritrovarla.
  • Accettate l’aiuto di amici e familiari. Anche se siete abituati a tenere tutto dentro di voi, in questo momento apritevi ad amici e familiari, accettando la loro presenza e il loro aiuto, perché la separazione è un peso troppo grande da portare da soli. Quindi dite alle persone che vi sono vicine che state lottando e come possono aiutarvi.
  • Tenete i bambini fuori dalla separazione. Fino a quando i vostri figli non saranno abbastanza grandi per capire cosa sta succedendo tra mamma e papà, non li trascinate nella separazione, con accuse e recriminazioni all’ex. Dovete anzi rassicurarli che per loro non cambierà nulla e che li amerete come prima.
  • Rivolgetevi a uno specialista se necessario. Se vi accorgete di non riuscire a fare passi avanti col tempo e di non riuscire a superare la separazione, rivolgetevi a uno specialista, a un consulente o a uno psicologo, che vi potrà indicare una via per il miglioramento, l’accettazione e il superamento.