L’uscita dell’ultimo film dedicato a John Dillinger è prevista il 6 novembre con Nemico Pubblico, ma prima dell’ultima opera dell’ottimo Micheal Mann, sono stati davvero tanti registi e attori che hanno tentato di raccontare le gesta di un uomo che sembra esser qualcosa in più di un semplice criminale.

La prima vera definizione di “nemico pubblico”, la coniò Frank J. Loesch, presidente della “Chicago Crime Commission” ai danni di Al Capone; solo in seguito Edgar J. Hoover la fece sua negli anni ’30 collocandogli all’interno banditi come: John Dillinger, Baby Face Nelson, Bonnie & Clide e Ma Baker.

Il primo attore ad interpretare Dillinger è stato James Cagney, la pellicola è del 1931, ed è diretta da William A. Wellman, che avrebbe reso l’attore il simbolo dell’età dell’oro dei gangstar movie. Altra produzione importante dedicata a Dillinger, è quella del 1945 “Lo sterminatore” di Max Nosseck, che con una produzione a basso costo riusci a strappare una nomination alla notte degli Oscar, qui il rapinatore venne interpretato da Lawrence Tierney, il Joe Cabot che delle “Iene” di Tarantino.

L’attore più somigliante all’originale è senz’altro J. D. Warren Oates, che interpretò con sapiente maestria il personaggio nel film di John Milius “Dillinger” del 1973, nel film sarà presente anche Richard Deyfuss che è Baby Face Nelson. Altro film ben diretto da Lewis Teague e interpretato da Robert Conrad è “The lady in red” del 1979.

Le produzioni che in qualche modo ricordano il noto criminale John Dillinger sono più di 50, e stranamente dagli anni ’80 in poi il personaggio ha avuto soprattutto trasposizioni televisive più che cinematografiche.

L’ultimo “Nemico Pubblico” che sarà diretto da Micheal Mann e interpretato da un cast di prim’ordine guidato da Johnny Deep, per poi proseguire con Christian Bale e Marion Cotillard, sarà con ogni probabilità, grazie anche all’utilizzo insolito del digitale per una pellicola del genere, una delle migliori rivisitazioni dell’epopea del personaggio.