La strage dei cani da slitta nella Columbia Britannica deve essere fermata. Ad affermarlo è il bellissimo attore Ian Somerhalder, protagonista di “The Vampire Diaries”. Bello e con un’anima, dato che sembra che a Somerhalder stiano molto a cuore i diritti degli amici a quattro zampe, tanto che si batte non solo per la strage, ma anche per il modo in cui vengono trattati i cani da slitta.

Recentemente sono stati abbattuti 100 cani da slitta nella Columbia Britannica. La questione è spinosa, per questo la Fondazione Ian Somerhalder ha lanciato una petizione su Change.org per chiedere di fermare la strage: in poco più di un giorno, oltre 4.500 persone hanno già aderito al bando.

Galleria di immagini: Ian Somerhalder

In altre parole, le leggi anti-crudeltà contro gli animali devono essere riviste, anche perché pare che, con la giusta riabilitazione, i cani da slitta possono essere adottati e dare felicità a molte famiglie. Ian Somerhalder si sta battendo strenuamente per i diritti degli animali e contro la crudeltà di certi uomini:

“Come popolo, non possiamo accettare questo tipo di uccisioni senza senso… Questi animali sono stati brutalmente assassinati e le persone responsabili devono essere perseguite nella misura massima consentita dalla legge. Le leggi devono essere modificate per capire che si tratta di un attentato contro la vita stessa e ciò non deve essere tollerato. Non siamo meglio di ogni specie: abbiamo solo il pollice opponibile, una lingua scritta e un cervello di grandi dimensioni.”