Il crochet è il sinonimo francese dell’italiano uncinetto, una particolare tecnica manuale per la lavorazione di filati di lana, cotone e fibre sintetiche.

Con il crochet e filati di buona qualità, si possono creare piccoli e grandi capolavori per abbigliamento, per  decorare la casa, per  rinfrescare maglioni, maglioncini, camicette, abiti un po’ sciupati o demodé. E ancora pizzi, centri e centrini, tendine, tovaglie, copriletto, copritavolo, cuscini, fiori, accessori di abbigliamento, presine.

Il crochet è prima di tutto una passione, un hobby ai limiti dell’arte e della fantasia, una capacità creativa che soddisfa la mente e il corpo per il  suo effetto rilassante e antistress,  un metodo naturale per il movimento delle mani nel periodo post ictus e addirittura in vari casi di patologia delle mani: il movimento delle dita con il crochet ne facilità  la riabilitazione.

Un po’ di fantasia si possono realizzare decori da applicare a piacimento su cuscini, copritavolo o copriletto. Importante è la scelta dei colori: vivaci per decorazioni, delicati per un risultato raffinato o patchwork per creazioni moderne e di design.

Come primo approccio al crochet, potete iniziare con la realizzazione con un fiore da applicare su un capo di abbigliamento.

Come realizzare un fiore con l’uncinetto

Preparate 1 uncinetto, le forbici e il filato. Iniziate con un filato sottile per fiori più piccoli, un filato più grosso per fiori più grandi. Potete scegliere fra molti colori per avere fiori di colori diversi a effetto patchwork.

Usate un uncinetto grosso per un filato grosso, più facile da lavorare se siete alle prime armi. Ricordate che l’uncinetto si trova in misure diverse in base al peso del filato. Seguite comunque le istruzioni in etichetta e, se avete uno schema da seguire, utilizzate le misure raccomandate. Di seguito in 13  step.

  1. Cominciate con il punto a catenella per il fiore, ma anche per tutti i lavori all’uncinetto. Viene abbreviato con “cat” nella maggior parte degli schemi. Questo punto viene usato in tutti i lavori a uncinetto, perché unisce i lavori, lega e finisce le righe, rinforza i bordi o sposta il filo in un’altra posizione senza interrompere il disegno. Fate quindi un anello.
  2.  Fate ora il punto scivolato per creare il cerchio iniziale del fiore: il “punto scivolato” non ha abbreviazione in italiano, perciò viene indicato con l’abbreviazione inglese “Sl st”.
  3.  Fate 3 catenelle per formare la prima maglia alta che sarà la base dei petali.
  4. Fate poi 14 maglie alte nell’anello per formare l’anello successivo. Per la “maglia alta” è “ma.”
  5. Fate un punto scivolato nella prima catenella di 3. La prima parte è fatta. Questo punto scivolato unisce il secondo cerchio in un anello e così si forma il centro del fiore.
  6. Fate una catenella per formare i petali.
  7. Fate una mezza maglia alta nel primo punto. L’abbreviazione sugli schemi è “mma”
  8. Nello stesso primo punto fate una maglia alta e una altissima per formare il petalo, abbreviazione “ma” e “alts”. Si fa la maglia alta o altissima in base al filato e alla misura dell’uncinetto.
  9. Ora fate una maglia altissima, 1 maglia alta e una mezza maglia alta per rendere rotonda la forma del petalo.
  10. Fate un punto scivolato.
  11. Ripetete i passaggi 7-10 e cominciate nel punto successivo ogni volta che finite un punto scivolato, fino ad ottenere 5 petali.
  12. Fate un punto scivolato nell’ultimo punto e avrete formato l’ultimo petalo.
  13. Chiudete. Fate passare la coda del filo all’interno di alcuni punti sul retro del fiore con l’uncinetto e tagliate.

Usate la misura di uncinetto che viene raccomandata sul filato. Se volete un fiore più piccolo, scegliete un uncinetto più piccolo e un filo più sottile.

Le abbreviazioni negli schemi

mma=mezza maglia alta

cat=catenella

ma=maglia alta

sl st=punto scivolato (abbreviazione inglese in italiano non esiste abbreviazione)

alts=maglia altissima