Idee matrimonio: cosa fare? Il giorno del matrimonio è uno dei momenti più belli della vita, indipendentemente dall’eventuale piega che prenderà nel corso del tempo. Affinché diventi perfetto e in grado di materializzare i propri sogni, bisogna sbrigliare la creatività dando sfogo ad ogni pensiero, anche i più demenziali.

Ecco, dunque, 20 idee per un matrimonio da sogno – e senza intoppi – dai quale attingere per vivere a pieno il grande giorno.

  1. L’ambiente ricorda qualcuno. Ci sono persone particolarmente affezionate al proprio profumo che le porta a essere riconosciute dagli amici e parenti anche nei locali più affollati. Perché, allora, non decidere di rendere più familiare e unica la location del ricevimento spargendo la fragranza in tutti i punti nevralgici (come ad esempio i centrotavola)? Sia chiaro: abbondare potrebbe provocare l’effetto contrario, quindi è necessario non esagerare rispettando gli ospiti.
  2. Addio riso, benvenuti petali e bolle di sapone. Il momento dell’uscita dal luogo della cerimonia è noto ai più per il lancio, talvolta anche selvaggio e nervoso, del riso. Qualora non si voglia rovinare la pettinatura o evitar incidenti provocati dai bambini che tirano il cereale ad altezza occhi, si può decidere di affidarsi ai petali di rosa, del colore scelto per il ricevimento, o alle bolle di sapone (che riusciranno anche a calmare la fame dei pargoli prima del ricevimento). A tal proposito, è importante dire che sono gli sposi a dover fornire petali e bolle di sapone.
  3. La marcia nuziale originale. Come mostrano molti video che circolano sui migliori social networks e le immagini di molti film, si può decidere di dare un tocco di originalità alla marcia nuziale: invece della classica (edintramontabile) composizione scritta da Richard Wagner, si può decidere di fare il proprio ingresso con la propria canzone preferita o con una traccia musicale cara ai neo-sposini. Questo, ovviamente, dipenderà dal luogo nel quale si decide di scambiarsi il fatidico Sì.
  4. Foto ricordo hand-made. Durante il matrimonio, il fotografo sarà spesso impegnato a paparazzare ogni attività dei festeggiati. Per non perdere nessun momento della giornata e per essere certi di avere un ricordo di tutti gli ospiti, si possono mettere a disposizione di ogni tavolo delle macchinette fotografiche che immortalano i commensali. In questo modo, potrete anche vedere il cambiamento delle persone dalla prima alla ennesima bottiglia di vino, ridendoci su gli anni a seguire.
  5. Più Post-It per tutti. Al posto del classico quadernone sul quale gli invitati possono appuntare i propri pensieri sulla coppia, un’idea potrebbe essere quella di dare a ogni ospite dei Post-It sui quali potrà appuntare pensieri, consigli o ricordi, da attaccare su di un’unica parete posizionata vicino al tavolo degli sposi. In questo modo si romperà la serietà del libro delle dediche ed i biglietti, una volta finito il ricevimento, potranno essere raccolti (tutti, dai più seri ai più scemi) ed incollati su un classico quaderno a quadretti per rileggerli ogni volta che si desidera, nel futuro.
  6. Chi sistema i bambini è a metà dell’opera. Per far si che tutti si divertano, compresi i più piccini, l’idea migliore è affidarsi ad una società di animazione che, in collaborazione con gli sposi, studieranno un piano di attività da far fare ai bambini senza lasciarli annoiare. L’animazione non dovrà toccare i pasti principali, bensì integrarli affinché i piccoli invitati possano essere sazi e soddisfatti.
  7. Il tocco di stile del bouquet naturale. Oltre ai classici bouquet di rose o dai colori più tenui, arricchiti da brillanti o da ampie foglie verdi, si può optare per un bouquet naturale, ovvero realizzato con i fiori classici del periodo in cui ci si sposa. In questo modo, oltre ad un’intelligente riduzione del budget, si potrà rispettare l’ambiente e il ciclo delle stagioni.
  8. Il matrimonio all’americana. Se si è affezionati ai grandi matrimoni dei film di Hollywood, perché non prendere ispirazioni da essi per realizzare il proprio? Con matrimonio all’americana si intende un matrimonio celebrato all’aperto, solitamente in un parco, ma per estensione in qualsiasi luogo diverso da una chiesa o da un palazzo comunale. È importante dire che, qualora la struttura scelta non abbia accordi con il Comune, la cerimonia è puramente simbolica (quindi deve essere anticipata con un rito di unione civile, anche privato). Quale è il plus valore? A celebrare potrebbe essere il migliore amico della coppia ed il copione da rispettare può essere scritto direttamente dagli sposi. Anche in questo caso, il limite è la fantasia di chi lo inventa.
  9. Le bomboniere equosolidali. Il giorno più bello della propria vita può diventare incredibile grazie ad una maggiore attenzione nei confronti della società; infatti, scegliendo le bomboniere equosolidali, disponibili in diverse forme e dimensioni, anche realizzabili su misura in base alle richieste degli sposi, si potrà fare beneficienza senza accantonare il gusto. Acquistando questo tipo di bomboniere, infatti, si supporteranno le attività dell’associazione che le ha realizzate. Questa idea non comporta l’abbassamento della qualità dei prodotti; al contrario, le bomboniere equosolidali sono caratterizzate dal loro essere fatte a mano e, quindi, pezzi unici.
  10. Per non dimenticare riviviamo la storia insieme. Durante il rinfresco si può decidere di proiettare un video, realizzato da amici e parenti affinché sia il più emozionante possibile, nel quale sono raccolte le immagini cardine della storia degli sposi. Un’altra idea, più elaborata, è quella di affidare la riproduzione degli eventi alla fantasia degli invitati che, in piccoli sketch, potranno mettere in scena le tappe della storia emulando i due protagonisti.
  11. I ruggenti Anni ’20. In quanto a mode, una delle ultime che si sta diffondendo rapidamente, e che potrebbe donare un tocco di originalità al matrimonio, è la scelta di un tema da rispettare. Ad esempio, si può decidere di rievocare i ruggenti Anni ’20, invitando – o meglio, costringendo – gli invitati a vestire nel rispetto del mood scelto. Non bisogna lasciarsi spaventare dal matrimonio a tema perché in questo giorno gli ospiti, anche quelli più anziani, saranno più propensi a rispettare le volontà degli sposi per renderli felici. Infine, il tema del matrimonio deve essere comunicato chiaramente e deve coinvolgere abbigliamento, location, allestimento, menu, inviti, etc.
  12. Un matrimonio ricco di likesUn’idea originale, per permettere a tutti gli invitati di guardare le foto comodamente dal proprio salone senza dover aspettare il tempo della stampa e dell’impaginazione dello studio fotografico, è quella di creare un album su Facebook dove condividere alcune delle foto scattate durante la giornata. È importante ricordare che, per evitare brutte figure, è necessario far si che nelle foto condivise compaiano almeno una volta tutti gli ospiti e, qualora possibile, essi dovranno essere taggati per far si che le vedano. In questo modo, si darà un tocco più social a questo giorno.
  13. Uno è poco e due sono troppi, meglio una via di mezzo. Uno dei grandi problemi del matrimonio è l’abito. Perché, invece di andare alla ricerca di più abiti, uno per la cerimonia ed uno per il ricevimento, non sceglierne uno adatto ad entrambi? Molti abiti moderni consentono di staccare rapidamente lo strascico utilizzato per lo scambio degli anelli, permettendo alla sposa più libertà di movimento e comodità durante il rinfresco. Con questa soluzione si potrà ammortizzare al meglio il costo dell’abito e viverlo fino in fondo.
  14. Regali da sogno. Traendo ispirazione dalle piattaforme di crowdfunding, l’idea è quella di realizzare un piccolo fondo (anche online), sul quale gli ospiti potranno versare una somma senza doversi sentire in colpa. Definendo una soglia minima da raggiungere a seconda del numero dei parenti e degli amici (da un minimo di 25 ad un massimo di 50€ medi per persona), il percorso sarà caratterizzato da tappe intermedie o superiori che porteranno gli sposini all’acquisto di ciò di cui hanno bisogno. Ad esempio, si può decidere che, raggiungendo 500€, si potranno acquistare un forno nuovo e l’appendiabiti sempre desiderato; arrivando a 700€ si aggiungono i comodini della camera da letto. Impostando degli step, tutti conosceranno i bisogni della coppia e potranno, di propria sponte, decidere di comprare personalmente uno dei prodotti riportati, facendo abbassare le soglie precedentemente indicate.
  15. La prima notte di nozze è la notte del matrimonio. La prima notte di nozze è, da sempre, la notte più importante della nuova vita. Legando l’immaginario alle tradizioni cattoliche, durante la prima sera possono essere sguinzagliati gli ormoni. E allora, se la partenza per la luna di miele è posticipata di qualche giorno, perché non svegliarsi in una suite extralusso con vista panoramica sulla Città? Certo, i costi sono maggiorati, ma una pazzia del genere si può fare una sola volta nella vita (e questa è l’occasione giusta).
  16. Il live durante il ricevimento è out, ogni ospite sceglie la musica che vuole ascoltare. Invece di investire in una banda che si esibisca in live durante il rinfresco, si può far ricadere la propria scelta sul caro e vecchio jukebox che, provvisto di tracce di ogni genere musicale, dal jazz al rock, dalla pop alla revival, permetterà agli ospiti di scegliere, a turno, la musica che si desidera ascoltare. Qualora fossero tutti intenti a mangiare, si può impostare la modalità casuale, riproducendo brani shuffle che spazieranno di genere automaticamente. In questo caso, il consiglio è avere una libreria musicale quanto più estesa possibile, così da permettere la scelta tra un ampio numero di basi musicali.
  17. Il menu è parte integrante dei ricordi. Invece di scegliere un menu classico, composto di doppio primo, doppio secondo, e chi più ne ha più ne metta, perché non servire a tavola i piatti più cari agli sposi o alle tradizioni regionali e locali dei posti in cui ci si trova? In questo modo gli ospiti potranno gustare pietanze che, altrimenti, non avrebbero mangiato, imprimendo ancora di più il ricordo del matrimonio.
  18. Gli animali domestici sono sempre ben graditi. Davvero si vogliono escludere dal grande giorno i fidi compagni di una vita? Sarebbe una grande mancanza di rispetto nei loro confronti! Per questo si può decidere di “invitarli” destinando, qualora la location lo consenta, degli spazi solo per gli amici a quattro zampe. In questo modo gli ospiti non avranno problemi su dove lasciare il propri piccoli amici.
  19. Le accortezze più piccole sono sempre le più apprezzate. Non c’è cosa peggiore, per un fumatore, del rimanere senza accendino o sigarette durante un matrimonio, soprattutto perché assieme a grandi mangiate, una sigaretta è sempre ben accetta. Anche se non si dovrebbe aizzare il vizio, pensare di lasciare fiammiferi e qualche pacchetto di sigarette vicino ai posacenere all’esterno della sala, potrebbe essere un piccolo accorgimento molto apprezzato.
  20. La tecnologia è fondamentale. Ultimo, ma non di importanza, è il predisporre carica batterie da muro delle marche più famose sparsi per il luogo del ricevimento, così da permettere agli ospiti di caricare smartphone e tablet rapidamente, evitando inconvenienti poco gradevoli. In questo modo, gli invitati saranno più propensi a fotografare e riprendere liberamente, aggiungendo materiale a quello prodotto dal fotografo ufficiale, che si potrà mostrare ai figli, quando la cicogna li porterà sotto il tetto dei neo-sposini.