Di tanto in tanto, nelle nostre vite si affaccia la bilancia. Accade dopo periodi di lunghi bagordi, piacevoli, certo, ma di certo dannosi alla linea, a meno che non si sia nel ristretto numero di eletti che hanno praticamente il metabolismo di un moscone. Così forse la dieta non basta, o meglio, si fa un periodo di dieta, perché non è tanto difficile {#dimagrire}, ma mantenere il peso senza fare troppi sacrifici.

Partiamo dagli antipasti. Da qui in poi, e in generale, sarebbe bene evitare il consumo eccessivo di carboidrati. Negli antipasti sono in tanti a usare pane o pasta sfoglia, {#alimenti} decisamente gustosi ma troppo calorici, il cui consumo andrebbe evitato. I vegetali sono l’ideale per degli antipasti gustosi, magari conditi con salsine e formaggi light, come lo stracchino, che ha pochissimi grassi. Per cui via libera a pomodori, zucchine, insalata, ma meglio non esagerare con patate e peperoni. Non esagerare non vuol dire eliminare completamente, ma utilizzare a piccole dosi e magari senza condimenti troppo grassi. Ottimi i dressing leggeri come ad esempio la salsa allo yogurt, un ottimo sostitutivo della maionese.

Per quanto riguarda il primo, se si va pazzi per la pasta, bisognerebbe preferire quella integrale ed evitare sughi che condiscano troppo o siano pesanti. Il vero problema infatti sono i {#condimenti}. Vietata quindi l’amatriciana o la carbonara, benvenuto sugo di pomodori freschi, il più amato da sempre, il più classico. Altra pasta che può essere utilizzata senza è la pasta di riso o di soia, magari con dei gamberetti e delle zucchine lievemente saltati. Ben venga anche il riso, sebbene sia meglio in un piatto non troppo elaborato, come ad esempio un ricchissimo risotto che preveda parmigiano, radicchio, funghi e altro.

Carne e pesce possono essere consumati senza troppi rimorsi, anche se con delle accortezze sul tipo di cottura e sul tipo di carne o di pesce. Entrambi sono meglio lessi o arrosto. Tra le carni, la meno calorica tra tutte è il vitello, ma anche il pollo e il tacchino. Tra i pesci lo sono il merluzzo, i gamberi, la sogliola, il palombo, l’orata e l’aragosta, giusto a testimoniare che non ci si fa mancare nulla neppure in un regime ipocalorico.

I frutti migliori per non assimilare calorie sono fragole e pesche, che però non ci sono in tutte le stagioni, per cui solitamente è meglio ricorrere alle mele, e poi – si sa – una mela al giorno toglie il medico di torno.

Tra i dolci sono da preferire quelli a base di marmellata di frutta, ma ci si può anche concedere un gelato, di frutta o al fiordilatte. Per quello che riguarda le bevande, la sola senza calorie è l’acqua. Poche calorie sono contenute nella limonata e nell’aranciata fatta in casa, mentre tra le bibite gassate e alcoliche, la più dietetica è la birra, meglio se messicana, perché contiene meno alcol.