È un’usanza particolarmente diffusa negli Stati Uniti, ma negli anni sta diventando un appuntamento fisso anche da noi, prendendo sempre più piede sia nei locali che nelle case. È il brunch domenicale, una via di mezzo tra una colazione e un pranzo vero e proprio, dove ingredienti dolci e salati vengono mescolati dando vita a una vastissima scelta di piatti.

Ecco allora alcune semplici idee di ricette per realizzare dei piatti perfetti per il vostro brunch.

Cominciamo dal pane. Oltre a quello normale, preparato con la classica farina “00”, non può mancare il pane integrale, i panini dolci, pane da toast e quello aromatizzato al formaggio, molto facile da trovare in qualunque panetteria ben fornita. Nei paesi anglosassoni è piuttosto comune servire del pane fatto in casa aromatizzato alla frutta – come il “banana bread” o alla verdura – il “carrot bread”, da noi più difficili da trovare.

Passando ai dolci, non può mancare un vasto assortimento di brioches, lisce, integrali con il miele, alla confettura o al cioccolato. Per gli amanti dei sapori aromatici le girelle alle noci e cannella sono l’ideale per accompagnare il proprio brunch. Basterà procurarsi delle girelle da forno (acquistabili al supermercato già congelate o fresche dal panettiere) e guarnirle sulla sommità con una farcitura a base di burro, noci sbriciolate, cannella e scorza di arancia e poi mettere tutto in forno a scaldare.

Altro classico dolce da brunch sono i waffle. Se non avete modo di prepararli in casa (per farlo è necessario un apposito macchinario) potete acquistarli già pronti, scaldarli nel forno, spruzzarli di sciroppo d’acero e servirli caldi accompagnati a dei frutti di bosco. Infine, un classico dolce, la torta margherita o al cioccolato, alta e morbida, ideale da inzuppare nel caffè o nel tè, per gli irriducibili del brunch dolce.

Immancabili a un vero brunch sono i toast, da servire caldi e croccanti accompagnati a uova alla coque, pancetta affumicata, salumi e formaggi, oltre che a un’ampia varietà di confetture e marmellate. Presentazione divertente e di origine americana è il cosiddetto “egg-in-the-hole”, ovvero un toast che si presenta con un buco in mezzo riempito con un uovo cucinato all’occhio di bue.

Ottimo abbinamento con le uova all’occhio di bue sono gli spinaci e il formaggio, tutto sta nella presentazione giusta. Sugli asparagi lessati, adagiate l’uovo e spruzzate il tutto di scaglie di formaggio, che si scioglieranno e formeranno una crosticina sopra l’uovo e gli asparagi, rendendo il tutto ancora più gustoso.

Altro classico del brunch sono le omelette, da servire accompagnate a dell’insalata verde e pomodori o patate saltate in padella. Non possono mancare le torte salate, alla ricotta e spinaci o al formaggio e prosciutto. Sono rapide e semplici da preparare, perfette se non si ha molto tempo per organizzare il brunch.

Fondamentale è avere un buon assortimento di bevande: , caffè, latte e tisane per la parte calda, succhi di frutta, spremute fresche, acqua e – solo in caso di un brunch molto tardivo – qualche drink leggermente alcolico.

Fonte: Country Living.