È autunno e le castagne sono già arrivate nelle nostre ricette e cucine. Non solo arrostite però: il loro gusto fortunatamente si accompagna bene con diverse pietanze, sia dolci che salate. Ed è proprio per gli amanti del gusto del marrone, che consigliamo di utilizzare la farina di castagne.

Prodotta dall’essiccatura e successiva macinatura del frutto, la farina di castagne ha un sapore dolce e, anche se per anni è stato considerato un alimento di secondo ordine, è ricca di vitamine e sali minerali. Per apprezzarla al meglio proponiamo alcune ricette a base di questa farina, con cui è possibile però sbizzarrire la fantasia e preparare più o meno qualsiasi piatto.

Si ha voglia di semplicità? Con la farina di castagne è possibile preparare dei panini conditi con uvetta e noci, da servire in tavola ad esempio insieme agli antipasti. Per servirli a una cena con circa 10 persone è necessario impastare insieme 600 g di farina di grano tenero tipo 00, 150 g di farina di castagne, un cucchiaino di zucchero, 20 g di lieviti di birra con 400 ml di acqua tiepida. Aggiungere quindi 1 cucchiaino di sale e impastare fino a ottenere una pasta liscia, omogenea ed elastica. Poi far lievitare per circa un’ora e mezza, per successivamente formare delle piccole pagnotte da infarinare leggermente, disporre nella teglia foderata con carta da forno e riporre nel forno spento per permettere di lievitare ancora per circa un’oretta. Cuocere infine a 200 gradi per 30 minuti, fino a quando la superficie risulterà dorata e cotta.

Un piatto tipico a base di farina di castagne è il castagnaccio. Per la preparazione è necessario versare 200 g di farina di castagne in una terrina e unire un pizzico di sale e un cucchiaio di olio d’oliva. Quindi mescolare aggiungendo poco alla volta 30 cl di acqua fredda, fino a ottenere un impasto molle e senza agrumi. Versare poi il composto in una tortiera, possibilmente bassa e unta, e cospargere la superficie con una manciata di pinoli e una manciata di uvetta, entrambi messi a bagno in precedenza. Quindi irrorare con altro olio e infornare a 220 gradi, finché l’impasto non risulterà di colore bruno.

Con la farina di castagne è possibile preparare anche il neccio toscano: si tratta di una sorta di piadina dal sapore delicato e vagamente dolce, da condire a piacere con formaggio, pancetta, ricotta o nutella. Per la preparazione del neccio – il cui termine significa proprio “castagno” sull’Appennino pistoiese – è necessario impastare 500 g di farina di castagne con acqua e sale, fino a formare una crema sostenuta e senza grumi. Poi cuocere da entrambe le parti in un padellino unto con del burro, e condire a piacere.