Ricette economiche in tempi di crisi: per cucinare a poco prezzo senza rinunciare al gusto. Ecco qualche idea veloce, economica e molto appetitosa.

Ricetta economica scarola e fagioli: mettere a cuocere 500 grammi di fagioli borlotti puliti e tagliati in acqua abbondante, sale, peperoncino, un po’ di aglio a pezzetti, un gambo di sedano tagliato e due pomodori maturi. Quando i fagioli saranno quasi cotti aggiungere la scarola lavata e spezzettata. Condire con olio e pancetta affumicata e servire con crostini di pane caldo.

Frittata di pasta. Quante volte ci si ritrova con della pasta avanzata? Sarebbe un vero peccato buttarla, ecco che invece può essere utilizzata per preparare un’ottima frittata. Sbattere le uova con sale, pepe e un po’ di parmigiano grattugiato poi versarvi la pasta e metterla a cuocere su una padella con un po’ di olio o burro. Dopo qualche minuto voltare la frittata e lasciarla cuocere per altri 3 minuti finché non risulti ben cotta. Ottima sia calda che fredda.

Frittelle di verdure. Ortaggi avanzati in frigo? Nessun problema, ecco come preparare delle ottime frittelle con zucchine, cavoli, peperoni, melanzane, cipolle, carciofi e tutte le altre verdure. Preparare la pastella con farina, acqua, uova, lievito, sale e pepe. Versate le verdure tagliate a pezzetti nel composto e con l’aiuto di un cucchiaio formate delle palline che verserete nella padella con olio bollente. Friggere e far scolare su carta assorbente. Salare a piacere e servire ben calde.

Pancotto. Rosolare una grossa cipolla a fette in quattro cucchiaiate d’olio d’oliva. Unire del prezzemolo tritato, mezzo chilo di pomodori maturi, sale e pepe o peperoncino e acqua. Far cuocere per circa 20 minuti fino a ottenere una salsa non troppo densa. Tagliare a pezzettini del pane raffermo e disporlo nei piatti; versarvi sopra la salsa di pomodoro e condire con del parmigiano grattugiato. Servire ben caldo.

Torta di pane. Prendere del pane raffermo, almeno mezzo chilo, e dopo aver tolto la crosta metterlo a bagno nel latte tiepido finché non sarà abbastanza morbido da poter essere sbriciolato. Aggiungere poi 150 grammi di zucchero, un etto di burro ammorbidito, due uova sbattute con un pizzico di sale, un pugno di uva passita fatta rinvenire in un po’ di vino, un po’ di scorza di limone grattugiata, due mele sbucciate e tagliate a dadini, una spruzzata di cannella e un etto di cacao dolce in polvere. Mescolare bene e versare in uno stampo imburrato. Cuocere per mezz’ora in forno caldo a 200°.