Gli italiani trovano motivi per sorridere ogni giorno, anche in tempo di crisi. E i sorrisi, pur durando pochi istanti, rimangono impressi nella memoria per sempre. Secondo una ricerca di Future Concept Lab, promossa dall’Osservatorio sull’Igiene Orale di AZ e Oral-B, il 63% degli italiani sorride tutti i giorni; per i giovani la percentuale sale addirittura al 77%.

Un sorriso bello e sano, infatti, ha un potere espressivo fondamentale, in ogni occasione. La prima volta che incontriamo una persona restiamo colpiti dal suo sguardo (41%) e dal suo sorriso (34%).

La classifica delle cose che fanno sorridere di più gli italiani? Nelle prime tre posizioni i complimenti (38,2%), le tenerezze (36,7%) e le battute di spirito (34,7%). A seguire i gesti di cortesia (33,7%) e le chiacchiere in confidenza (34%).

Il potere del sorriso viaggia anche attraverso i social network. Una sbirciatina al web può contribuire ad alleggerire la giornata di studio o di lavoro, e ciò vale in particolare per i giovani (19% tra 19-29 anni).

Per gli intervistati, gli ingredienti più importanti per la “ricetta del sorriso” sono la salute (81%), una famiglia affettuosa (76,3%) e un lavoro soddisfacente (54,7%). Ci sono poi benessere economico, cultura e sapere, fede, hobby e fascino (solo il 14,7%).

E se sorridere è, dunque, “musica per l’anima”, come recita un’antica poesia irlandese, alcune prestigiose università internazionali, come la Sorbona e Harvard, hanno addirittura fatto della forza trascinante di questo gesto una materia di studio.

E che dire degli smile coach? Proprio così, numerose celebrities seguono corsi di risata per consolidare la felicità e fortificare l’armonia interiore; e nelle aziende d’oltreoceano s’ingaggiano smile coach per aumentare autostima e benessere.

Il sorriso, insomma, è riconosciuto da tutti come un motore indispensabile per la ricerca della felicità.

Guardate questo video e diteci se non è così: