Da molti viene considerato uno dei più grandi talenti fra i registi europei, François Ozon a soli 42 anni ha già all’attivo tantissimi film prodotti, solo per citarne alcuni: “Sotto la sabbia” con Charlotte Rampling, “8 donne e un mistero”, fatto da un cast stellare dove è riuscito a mettere insieme tre generazioni di attrici francesi, “Angel. La vita il romanzo” con la bellissima Romola Garai e “Swimming pool” ancora con la Rampling e la giovane Ludivine Sagnier.

Dal 9 ottobre è nelle sale con il nuovo film “Ricky, Una storia d’amore e libertà”, una pellicola che ha riscosso un grande consenso all’ultimo “Festival di Berlino”.

Il regista nasce a Parigi nel 1967, studia cinema alla Panthéon-Sorbonne, ma il suo è un talento naturale, i suoi film sono sempre caratterizzati da una fotografia straordinaria, fra le sue capacità c’è quella di assemblare dei cast di tutto rispetto, l’esempio più clamoroso viene da “8 donne e un mistero”, pellicola che lo consacrerà definitivamente.

Fra i suoi primi film da recuperare c’è “Gocce d’acqua su pietre roventi”, mentre fra gli ultimi “Angel. La vita il romanzo” che è una produzione del 2007. Le donne nel cinema di Ozon sono sempre elegantissime e fatali, François Ozon da un po’ ha smesso di essere una sorpresa, ed è un regista che va seguito con estrema attenzione.