Il cioccolato è un prodotto estratto dai semi della pianta del cacao e non si produce in un unico e semplice formato o gusto. Ci sono gli amanti del cioccolato più o meno puro, gli amanti del cioccolato al latte o addirittura i curiosi che amano sperimentare tutti i diversi tipi di cioccolato speziato.

Il cioccolato fondente è la versione per eccellenza dedicata agli estimatori di cacao amaro, in quanto contiene in percentuale un elevato dosaggio di pasta di cacao, oltre al burro di cacao e a una poco elevata quantità di zucchero. Il dosaggio del cacao può essere per esempio del 70% o dell’80%, ma può andare anche oltre, parliamo di un tipo di cioccolata più pura e meno lavorata rispetto alle altre ma non per questo meno calorica. Tuttavia restano intatte tutte le sue proprietà antiossidanti.

Il cioccolato al latte, come quello fondente, contiene pasta di cacao, burro di cacao e zucchero, in questo caso però viene aggiunto il latte, che va a intaccare in un certo senso la sua proprietà effettiva di antiossidante. Soprattutto dobbiamo dire che l’aggiunta del latte aumenta la quantità dei grassi e di proteine rispetto a quello fondente che in proposito è il cioccolato con meno colesterolo.

Il cioccolato bianco è costituito dagli stessi prodotti del cioccolato al latte con la variante che non viene utilizzata la pasta di cacao. Non contenendo alcuna proprietà benefica del cacao, il cioccolato bianco non è da considerarsi un vero e proprio cioccolato e soprattutto non una delle scelte più sane in ambito dolciario. Al contrario gli altri tipi di cioccolato, soprattutto il cacao più grezzo che sia in polvere o una tavoletta di cioccolato ha più possibilità di essere inserito in una sana {#alimentazione}.

Abbiamo poi il cioccolato olandese, una sorta di cioccolato fondente molto meno amaro e acidulo, poiché su di esso viene applicato un processo chiamato “alcalino” che distrugge gli antiossidanti del cacao riducendo così il sapore amaro. La sua provenienza è in genere scritta sull’etichetta.

Altri tipi di cioccolato hanno gli stessi ingredienti del cioccolato al latte o di quello fondente, con l’aggiunta però di elementi che apportano nuovi gusti e colori.

Si può aggiungere indistintamente la frutta, famosa è la cioccolata all’arancia o alle fragole, oppure si possono aggiungere le nocciole, la gianduia, il peperoncino, insomma molte sono le possibilità e le {#ricette} per rendere gustosa una tavoletta di cioccolata più di quanto non lo sia già.