Secondo gli ultimi riscontri scientifici resi noti, le donne affette da diabete presenterebbero maggiori rischi e più gravi complicazioni rispetto agli uomini in relazione alla suddetta patologia. Inoltre, nel caso di donne diabetiche ed, in aggiunta, fumatrici, i pericoli per la salute, e per la vita, aumenterebbero esponenzialmente.

Che il diabete fosse una patologia gravissima, e spesso mortale se non curata in maniera adeguata, era già noto da diverso tempo. Nessuno finora aveva però connesso l’incidenza della malattia e le sue conseguenze negative al sesso dei malati. Adesso, il convegno dell’Associazione Europea per lo Studio del Diabete ha evidenziato una netta prevalenza delle complicazioni connesse a questa patologia nel caso in cui i malati coinvolti siano donne.

Le donne (ha precisato Bresciani, Assessore alla Sanità in Lombardia) hanno un rischio di morire per le coronarie del 50 per cento più alto rispetto agli uomini con diabete. Ora che il diabete è più comune, è cresciuto anche il numero di donne diabetiche in gravidanza, con tutti i rischi connessi.

Ad aggiungersi a questi risultati, arriva una ulteriore avvertenza per le donne diabetiche e fumatrici. Il fumo, infatti, aumenterebbe in maniera evidente i rischi della malattia, già superiori alla media per le donne diabetiche.