Dall’affascinante mondo sottomarino, in comunione con il mondo della scienza e delle tecnologie, arriva oggi una possibile soluzione per la cura del diabete di tipo 2.

La “National Marine Mammal Association” ha presentato, infatti un rimedio per la cura della malattia grazie alla collaborazione di alcuni mammiferi acquatici: i delfini.

I ricercatori dell’American Association for the Advancement of Science, infatti, hanno analizzato il manifestarsi del diabete sia negli uomini che nei delfini. Ebbene, quanto è emerso dalla ricerca è sbalorditivo: pare che i delfini abbiano la facoltà di modificare l’insulino resistenza.

Grazie a questa capacità inibitoria, questi mammiferi acquatici sarebbero in grado di gestire l’insulina sia in modo conscio che inconscio: se sono a digiuno, attivando l’insulina-resistenza, generano il diabete e permettono al cervello di utilizzare il glucosio per carburare.

Al contrario, se a stomaco pieno, i delfini disattivano l’insulino-resistenza normalizzando così il livello di zucchero nel sangue.

Il team che ha fatto questa scoperta sta attualmente lavorando per capire i meccanismi di questa facoltà bivalente, che permette ai delfini di attivare o inibire l’insulina. Il meccanismo, una volta appreso, potrebbe essere sperimentato con successo sull’uomo affetto da diabete.