Qualche giorno fa era stato il fratello di Raffaella Fico a parlare, ospite di Salvo Sottile si era definito scandalizzato dal comportamento di persone vicine a Mario Balotelli che avrebbero chiesto alla show girl di abortire. A parlare adesso è il fratello del calciatore che, stanco di sentir parlare in termini negativi della sua famiglia, si scaglia contro quella di Raffaella Fico.

Enock è il fratello minore di Super Mario, e ha deciso di rompere il silenzio. Da quando Raffaella Fico ha annunciato di essere incinta di Mario Balotelli, non c’è più stata pace in famiglia. Non ci sta al tentativo della famiglia napoletana di buttare fango su suo fratello, offeso per le accuse di aver anche solo pensato di far abortire la ragazza, parole pesanti che lui smentisce decisamente.

È convinto che tutto questo clamore abbia il solo scopo di attirare l’attenzione dei media, anche lui come suo fratello Mario Balotelli ha la passione per il calcio, tanto da far la spola con l’Inghilterra per le giovanili dello Stoke City. Il suo sfogo lo affida al settimanale “Vero”:

Mario mi ha chiesto di non andare in Tv e di non parlare con la stampa, ma le dichiarazioni di Raffaela Fico e di suo fratello Francesco mi impediscono di stare zitto. Francesco Fico ha dichiarato che persone vicine a mio fratello hanno telefonato per convincere Raffella a interrompere la gravidanza, ma vi garantisco che nessuno tra i nostri parenti e amici ha mai fatto una cosa del genere.

Enock Balotelli chiede di pensare soprattutto al bambino che sta nascendo, ha diritto ad essere rispettato, a prescindere da chi sia il papà del nascituro:

Che Mario sia il padre o no del bambino non è la questione principale. Di certo con le loro sceneggiate Raffaella e suo fratello non stanno rispettando questa vita che sta per nascere, e sono certo che stanno pensando solo al proprio tornaconto al fine di farsi pubblicità.

E per quanto riguarda il test del DNA, conclude, non c’è nulla di così vergognoso, è normale avere dei dubbi quando ci si è lasciati da qualche mese, normale che possano sorgere:

Non credo affatto che la richiesta del test del Dna sia una cosa di cui vergognarsi. È sempre giusto farlo quando non si è sicuri di essere il genitore del bambino, come nel loro caso.

La morale di questa ultima puntata della soap è che, a meno di un senno completamente perso, se Raffaella Fico accetta di sottoporsi al test del DNA, ci sarà un suo perchè, o non sa a cosa serve questo esame?