Un futuro multipiattaforma e gratuito per la Rai. La televisione di Stato ha infatti ribadito la linea strategica per i prossimi anni, la quale, come più volte chiarito dai vertici di Viale Mazzini, sarà fortemente tesa a puntare sulle nuove piattaforme digitali, DTT e Web in primis, oltre che sulla produzione di nuovi format e nuovi canali.

Alcune anticipazioni sono arrivate direttamente dal vicedirettore generale Antonio Marano, che ha partecipato alla conferenza stampa indetta al 63° Prix Italia di Torino al fine di presentare la nuova offerta digitale della Rai.

Si parte pertanto dai nuovi progetti, tra i quali spicca il lancio di Rai 5, un nuovo canale già ampiamente annunciato la cui partenza è prevista per novembre. Rai 5, diffuso sul digitale terrestre, sul Web e sul satellite (probabilmente su TivùSat), sarà orientato alla cultura intesa in senso moderno, con un linguaggio nuovo e più attuale e avrà la sua sede di riferimento a Milano. Secondo quanto dichiarato da Marano, il canale sarà quindi la risposta a quanti criticano la Rai per il poco spazio dedicato alla cultura.

Si è quindi passati a parlare dei nuovi progetti, con la Rai che è impegnata nello sperimentare nuovi format per quanto riguarda la fiction e i programmi di intrattenimento, puntando, se possibile, a migliorare il prodotto rendendolo più “internazionale” e possibilmente meno lungo, con l’obiettivo di renderli più appetibili per altri mercati europei e provare così ad esportarli. Un obiettivo ambizioso, da raggiungere anche puntando sulla produzione di fiction in inglese, nonché aumentato le coproduzioni internazionali.

Infine, un occhio agli ascolti e all’andamento positivo che la nuova offerta di canali tematici gratuiti messi in piedi dalla Rai sta ottenendo, con canali come Rai Premium, Rai Yoyo, Rai 4, Rai Movie, Rai Gulp e Rai Sport1 che sono entrati tra i primi dieci canali tematici più seguiti. Buone performance, inoltre, anche per Rai Sport 2, il secondo canale sportivo lanciato lo scorso maggio che sta riscuotendo un buon successo tra il pubblico.