È soprattutto il futuro del settore delle costruzioni. Green building è un mercato in forte espansione, nel quale si confrontano tecnici e professionisti del settore per interpretare al meglio i più avanzati canoni della bioedilizia, che garantiscono elevati standard di benessere e ottimizzazione energetico-ambientale per una migliore qualità dell’abitare.

Una casa green offre molti vantaggi soprattutto a chi acquista per investimento, ovvero per mettere a reddito, mediante la locazione, l’unità immobiliare acquistata. E in effetti i requisiti indubbi di una casa green, che offre massimo comfort abitativo e alto potenziale di risparmio energetico, contribuiscono a creare un miglior rapporto fra il proprietario e l’inquilino.

La luce, l’isolamento acustico, i materiali utilizzati e il solo fatto di abitare in un green building a elevato risparmio energetico e rispettoso dell’ambiente sono tutti fattori che producono stimolo all’acquisto e contemporaneamente soddisfazione per l’inquilino. Nonostante il costo un po’ più elevato rispetto all’edilizia tradizionale, che si aggira sul dieci per cento in più. Non molto, considerati i vantaggi che ne derivano.

Oltretutto l’investimento in intervento di ristrutturazione per l’adeguamento green ai canoni della bioedilizia ne accresce il valore. I risultati sono verificabili con il tempo. Purtroppo gli investitori sono ancorati ad una logica del breve periodo, ma è confortante notare che il mercato si sta muovendo sempre più verso la logica del medio o lungo periodo e trova nella bioedilizia un fattore fondamentale di crescita per il futuro.

Negli Stati Uniti il mercato delle costruzioni green è più ampio rispetto al nostro, ma anche in Italia una certa fascia di investitori si va orientando sempre più verso questo segmento di mercato a minore impatto energetico e ambientale. E in Italia è arrivata proprio dagli Stati Uniti la certificazione più famosa e diffusa nel mondo, il Leed, un modello che si applica a tutti i tipi di costruzioni, da quelle di fascia altissima quelle minori. In Italia una novità: uno strumento calibrato per il piccolo residenziale, il ”Gbc home”, che fa sempre parte della famiglia dei Leed, ma serve soprattutto per riqualificare l’edilizia esistente.