L’arrivo dell’estate risveglia in grandi e piccini il desiderio mai sopito del gelato. Un alimento buono e sano che è inutile negare aiuta nei giorni di caldo intenso. Uno dei pochi cibi che mette d’accordo tutti i bambini. Ma che non sempre le mamme sono inclini a dare specialmente ai figli molto piccoli.

In realtà il gelato non ha controindicazioni. Anzi secondo i nutrizionisti si tratta di un alimento completo che a partire dai due anni di vita può essere concesso a tutti i bambini. Cominciando con piccole dosi che serviranno per verificare eventuali reazioni di intolleranza o allergia. Superata questa prima fase, non ci sarà più alcun ostacolo. Il bambino potrà tranquillamente gustare il suo gelato.

Galleria di immagini: gelato

Passando davanti alle gelaterie è facile perdersi nella miriade di gusti che ogni giorno vengono proposti. Fondamentalmente si possono dividere in due grandi categorie: quelli alla crema e quelli alla frutta. Quale scegliere per il proprio piccolo? Molto dipenderà dal grado di appetito che il bambino dimostra. Se di solito non ha problemi con il cibo l’ideale sarà scegliere quelli alla frutta. Se, invece, si ha a che fare con un inappetente allora il gelato alla crema può contribuire a fornirgli l’energia e il nutrimento di cui ha bisogno.

È bene ricordare però che il gelato non va in alcun modo utilizzato come un alternativa al pranzo. Questo alimento, infatti, non fornisce tutti i nutrienti necessari per un pasto così importante. Meglio concederlo a merenda senza mai esagerare. La quantità consigliata infatti si aggira intorno alle 2 palline. Una misura standard che fornisce 130 Kcal se lo si sceglie alla frutta, ma che aumenta in modo considerevole se si opta per la varietà alla crema.

Un altro dilemma difficile da risolvere per le mamme è quello relativo al tipo di gelato da scegliere: meglio artigianale o confezionato? La risposta potrebbe sembrare scontata. Cosa c’è di più genuino di un gelato fatto a mano? In realtà le cose non stanno proprio così. La qualità igienica di quello industriale è certificata, mentre per l’artigianale molto dipende dall’attenzione di chi lo produce. La pulizia delle macchine è fondamentale per assicurare un prodotto integro che non sia veicolo di infezioni. Non dimentichiamo che il gelato viene fatto con le uova, sicuramente un alimento molto delicato che richiede numerosi accorgimenti.

A prescindere ora dalla scelta soggettiva del gusto o del tipo, il gelato resta sempre un punto d’incontro fra le esigenze nutrizionali tanto care alle mamme e la golosità dei bambini. Un alimento, molto apprezzato d’estate, ma che può essere tranquillamente consumato in tutte le stagioni.