C’era grande attesa per questa edizione numero dieci del Grande Fratello, e si era pensato di studiare per bene le cose: cinque mesi di permanenza e un numero spropositato di concorrenti. Pare, tuttavia, che il reality chiuderà prima, intorno ai canonici cento giorni.

L’indiscrezione è stata fatta trapelare da Affari Italiani, che imputerebbe questa riduzione delle puntate ad un calo d’ascolti difficile da recuperare, complice la fortunata controprogrammazione di un “Un medico in famiglia“.

Una delle ragioni di questo fallimento va individuata nei partecipanti: soprattutto gente normale, lontana dai personaggi mediatici delle scorse edizioni. In più, la nona edizione non ha ancora smesso di far parlare di sé, tra comparsate televisive e calendari con maggiorate in abiti succinti. Infine, può anche darsi che dopo dieci anni lo spettatore medio si sia semplicemente stancato di spiare la casa di Cinecittà.

Cosa accadrà? Non resta che stare a vedere e, magari, la Gialappa’s compirà il miracolo: solo loro tre sarebbero in grado, a questo punto, di creare un personaggio a partire dallo scarso potenziale drammatico presente quest’anno nel reality.