Halloween tempo di zucche e di dolci. La tradizione statunitense, ormai approdata a pieno titolo anche in Italia, vuole infatti che nella lunga notte delle streghe e dei fantasmi si faccia incetta di dolci e di zucche. Sono tante le feste organizzate da noi, in maniera pubblica e privata e da un po’ di anni anche i bambini italiani hanno preso la simpatica abitudine di andare di casa in casa per fare “dolcetto o scherzetto”, anche se non si tratta ancora di un fenomeno massivo.

Ma in cucina, cosa si può preparare per festeggiare degnamente Halloween? Naturalmente, si può trovare un compromesso tra le due tradizioni, quella italiana e quella statunitense, dato che nel nostro Paese, sono tantissimi i piatti regionali a base di zucca. Come i tortelli alla zucca, molto diffusi nel Veneto e nell’Emilia Romagna: sono un primo gustoso e adatto a tutte le bocche, soprattutto quelle dei vegetariani, che non mangiano i tortelli con ripieni di carne o salumi.

Un altro primo decisamente gustoso, ancora una volta vegetariano e a base di zucca, è il risotto, che prevede la zucca a dadini prima cotta in brodo con un po’ di cipolla. La preparazione è simile a quella degli altri risotti e alla fine si può mantecare con del parmigiano o con l’aggiunta di un po’ di gorgonzola. Se vi piacciono i primi e le zucche, si possono preparare anche gli gnocchi di zucca e patate, nel cui impasto, oltre agli ingredienti dei canonici gnocchi, si aggiunge della zucca passata, precedentemente cotta in forno e poi pelata.

Per fare impazzire i più piccoli e indurli a mangiare le uova, si possono preparare delle uova fantasma, ossia delle uova sode che guarnirete con spicchi di olive nere per rendere le faccine dei fantasmi. Per prepararle ancora più gustose, meglio tagliare a metà le uova e ricostituirne la forma (che poi sarà panata), togliendo il tuorlo all’interno e riempiendo i vuoti con della besciamelle molto ricca di formaggio grattugiato.

Infine, non si possono certo tralasciare i dolci tipici di Halloween, come le mele caramellate, un dolce tradizionale americano e tutte le crostate e le creme pasticcere che prevedano anche la zucca che vi possono venire in mente.

Lasciate libera la fantasia e fate sì che la zucca e il suo sapore facciano il resto. Infine, dalla tradizione culinaria salentina, non si possono dimenticare le fave dei morti, dei dolci a base di mandorla, dal sapore a metà tra un marzapane e un amaretto, nella cui preparazione è prevista anche della grappa.