Ci si prepara a dei giorni di festa, il probabile ponte prepara anche a qualche giorno libero in più, magari con amici e parenti. E allora cosa c’è di meglio di un bel pranzo o una cena con dei cibi di stagione. Anche se Halloween non è una tradizione italiana, abbiamo le feste di Ognissanti e dei Morti, che sono utilissime a riunirsi, formando una sorta di spartiacque autunnale tra l’estate e il Natale.

Ci sono dei cibi peculiari che possiamo utilizzare in cucina, a partire dalla tradizione americana per proseguire con le differenti tradizioni europee. Come la zucca, che appartiene a Halloween, ma fa parte di una serie di ricette italiane. ad esempio, l’ideale per un antipasto simpatico sono i fiori di zucca fritti in pastella: sono gustosi, colorati e aprono lo stomaco. Zucche e zucchine con altri ingredienti possono essere utilizzate anche in una simpatica insalata, in cui magari inserire anche pomodori secchi e qualche altra verdura autunnale, e naturalmente le noci, il tutto bagnato con aceto balsamico.

In questa stagione, le cicorie si prestano maggiormente a essere mangiate crude, per cui ben vengano insalate, oppure queste verdure semplicemente possono fungere da stuzzichino insieme a sedano e finocchio. Per un antipasto delizioso si può accostare cicorie e formaggio come brie, ma anche crema di gorgonzola, briolo e similia.

In alcune parti d’Italia, il primo scampolo d’autunno dà vita a delle tradizioni culinarie particolari. Come quelle relative al consumo di involtini d’interiora di agnello, che si possono preparare soffritti in padella oppure anche arrosto. Quest’ultima preparazione è ottimale se gli involtini sono particolarmente spessi. Lo stesso vale per la salsiccia: la carne arrosto è l’ideale in questo periodo, perché crea anche la suggestione del fuoco per scaldarsi e per preparare la padella bucata in attesa delle castagne.

Le castagne, infatti, sono disponibili in queste settimane, e dopo non ci saranno per un anno, per cui via libera a crostate, marmellata, ma anche alle castagne intinte nella cioccolata fusa, un piccolo peccato di gola che risulta piacevole a tutti.

Frutti di stagione sono anche cachi e melagrane, che, magari insieme a banane e kiwi, possono essere inserite in una deliziosa macedonia con una spruzzatina di rum. Basta poco, in fondo, per fare atmosfera. Sono queste le settimane del vino novello, per cui si può assaggiare il vino nuovo e brindare a un inverno piano di bontà enogastronomiche. Degli amici, una buona bottiglia di rosso, la carne al barbecue e il fuoco non servirà solo a cucinare, anche se i cuori di tutti saranno comunque molto caldi.