20° Rapporto congiunturale e previsionale Cresme: un evento che interessa quanti operano nel settore edil-immobiliare. I temi trattati pongono delle domande, ma danno anche delle risposte e presentano le prospettive per il futuro in un’ottica di rilancio del mercato in momenti di crisi.

Milano – 9 Novembre 2012

Centro Congressi Fondazione Cariplo

Palazzo Confalonieri – Via Romagnosi, 8

Di seguito i temi che saranno trattati, di concreta attualità e di molto interesse nell’ambito del mercato delle costruzioni: dalla riqualificazione ordinaria e straordinaria agli effetti del Decreto sviluppo sul settore delle costruzioni, dal mercato mondiale ed europeo delle costruzioni alla produzione edilizia residenziale e non residenziale nel dettaglio territoriale.

*Quanto è sceso il mercato delle costruzioni nel 2012 nei diversi comparti e nei diversi territori, cosa succederà nel 2013 e 2014 e nel medio periodo? La più analitica previsione del mercato delle costruzioni compie 20 anni (nell’anno in cui CRESME ne compie 50), e si arricchisce di nuovi punti di vista

*Il mercato si polarizza, chi cambia tiene o addirittura cresce molto, chi sta fermo, e pensa che il problema sia solo la fine del tunnel, esce… ma come cambiare? Sulla base dell’analisi di oltre 1.000 bilanci della filiera delle costruzioni e 80 miliardi di euro di fatturato, troverai chi vince e chi perde… e perché

*La riqualificazione ordinaria e straordinaria vale nel 2012 130 miliardi di euro, è il principale mercato delle costruzioni già oggi e lo sarà nel prossimo ciclo edilizio… ma è possibile riorganizzare industrialmente l’offerta per cogliere in forma nuova alcuni segmenti di questa domanda? E quali possono essere?

*Decreto sviluppo e settore delle costruzioni: quanta sostanza e quanta incertezza. Un’analisi che va dalla valutazione degli effetti sul paesaggio dal 36% al 50% per la riqualificazione, al «piano città», agli incentivi per l’efficientamento energetico, a quelli del «quinto conto energia», a quelli destinati alle infrastrutture…

*Il mercato mondiale ed europeo delle costruzioni, la produzione edilizia residenziale e non residenziale nel dettaglio territoriale, la spesa e gli appalti per le opere pubbliche, il project financing e il facility management, le dinamiche occupazionali e demografiche, il mercato immobiliare, l’industria e la distribuzione di materiali, sistemi e componenti