Laura Esquivel, la star indiscussa de “Il mondo di Patty“, racconta di essere cresciuta con le canzoni della nostra Rita Pavone. La giovanissima protagonista della serie TV argentina che ha spopolato in tutto il mondo, si racconta in una videointervista in italiano.

L’attrice spiega quanto sia stato difficile lavorare in un film: le differenze con la TV sono davvero tante. Il suo debutto cinematografico in “Natale in Sudafrica”, al fianco di attori navigati come Christian De Sica, Massimo Ghini e Giorgio Panariello, è stato un’esperienza entusiasmante.

Il personaggio che interpreta nel film si chiama Laura, una ragazza che si innamorerà di due coetaneei e sarà costretta, fra mille stratagemmi, a gestire le due relazioni.

Laura Esquivel parla con piacere delle sue origini italiane e, per questo, non ha avuto alcun problema durante il tour effettuato nel Belpaese. Quando poi racconta delle influenze musicali, afferma:

Mia madre adorava Raffaella Carrà e collezionava i dischi di Rita Pavone. Avrò ascoltato “Il ballo del mattone” centinaia di volte.

Mentre dei suoi esordi, confessa che dopo aver superato le perplessità iniziali dei genitori, una grossa mano le è stata data dalla nonna Clelia, scomparsa prima che arrivasse al successo:

Avevo cinque anni, indossavo vestiti pieni di paillettes e cantavo a squarciagola per lei. È morta prima di conoscere il mio successo. Non mi piace spendere, risparmio per il futuro. Ho poco tempo libero, frequento il liceo a Buenos Aires, sono piena di compiti.

Ricordiamo che la famosa serie TV “Il mondo di Patty“, che vede per protagonista principale Laura Esquivel, è stata trasmessa per la prima volta nel 2008 su Disney Channel, e poi successivamente su Italia 1, riscuotendo un incredibile successo nel nostro paese.