Il Piccolo Principe, il romanzo di Antoine de Saint-Exupery amato da adulti e bambini per la sua capacità di emozionare con la semplicità e la grazia della poesia, diventerà presto un film di animazione in 3D.

Il progetto sarà portato avanti dai produttori francesi Aton Soumache e Dimitri Rassam che hanno già ottenuto la cessione dei diritti dalla famiglia di Saint-Exupery per una cifra pari a 45 milioni di euro, un inizio che fa subito pensare ad uno dei più ambiziosi progetti cinematografici europei di quest’anno.

Il pronipote di Saint-Exupery, il cui libro scritto nel 1943 è stato poi tradotto in oltre 180 lingue e ha venduto oltre 80 milioni di copie, ha affermato:

Sono fiducioso perché conosco i due produttori e so che hanno la necessaria esperienza e la giusta dose di creatività per dare a “Il Piccolo Principe” una veste moderna senza per questo snaturare il romanzo.

Contestualmente al lancio del film d’animazione si sta pianificando anche una precisa strategia di marketing con la creazione di una piattaforma Web dedicata e di un videogame.

Si tratterà probabilmente di un successo dal punto di vista degli incassi dato che fin dall’inizio sembra avere tutte le carte in regola per poterlo diventare a partire dalla storia, che ha affascinato generazioni, del pilota perso nel deserto e del bambino dotato di poteri fuori dal comune e di una visione delicata della vita e dell’universo, fino ad arrivare al cast e ai collaboratori che, promettono i produttori, saranno scelti con cura a livello internazionale.