Se pensiamo al poker, immaginiamo un tavolo con attorno tanti uomini in silenzio che studiano le proprie mosse. Una donna, ce la immaginiamo al massimo vicino al suo uomo a fare da supporter o da spia. Questa è l’immagine di tanti film.

E invece, ora che il poker sta diventando un fenomeno, anche a livello televisivo, scopriamo che tante donne ne sono appassionate. E per di più, molte sono dei veri e propri talenti. Questa ipotesi è confermata dall’alto numero di donne presenti ai Mondiali di poker.

A Las Vegas sono iniziate Le World Series, ovvero, le sfide mondiali che andranno avanti fino al 14 luglio, giorno in cui si terrà l’evento clou, ovvero la finale delle finali: il Main Event delle Wsop.

La manifestazione dell’anno scorso è stata vinta da Joe Cada, un giovane professionista statunitense che a soli 21 anni si è portato a casa, oltre al prestigio e alla fama mondiale, qualcosa come 8,5 milioni di dollari.

Quest’anno chissà che non ci pensi una donna a portare a casa il premio. Tra i nomi da tenere in considerazione Liv Boeree, Annette Obrestad di soli 21 anni, Vanessa Selbst.

Bisogna comunque sottolineare che troppa fiducia nel gentil sesso non la ripongono gli scommettitori, pochissime le puntate sulla vittoria di una lady.