Un nuovo metodo contraccettivo è il preservativo femminile. E’ un metodo contraccettivo innovativo che viene indossato dalla donna e che permette di raccogliere lo sperma in un sacchetto impermeabile posizionato all’interno della vagina.

Il preservativo femminile è formato da due anelli molto flessibili, uno interno (la parte chiusa che va inserita all’interno della vagina), ed uno esterno, (copre la zona intorno all’apertura della vagina),  uniti da una membrana lunga circa 16/17 cm.

Questo contraccettivo è molto simile a quello maschile, la differenza sta semplicemente nella larghezza della base del profilattico, che in questo caso è molto più ampia in modo tale da favorire l’ingresso del pene all’interno della vagina.

L’inserimento richiede igiene, pratica e attenzione. Prima di tutto trovate una posizione che vi agevoli per l’inserimento, come in piedi e le gambe leggermente flesse, o sedute sul water, con una mano aprite le labbra vaginali, e con l’altra spingete in modo delicato ma in profondità il preservativo. Il primo anello si posizionerà internamente in modo naturale, mentre quello all’altra estremità rimarrà esterno, fuori dei genitali.

Per rimuovere il preservativo si dovrà effettuare la stessa manovra per estrarre un assorbente interno, in questo caso però occorrerà prima prendere con le dita l’anello e tirarlo delicatamente verso l’esterno.

Il preservativo femminile offre un’ottima protezione, pari a quella del preservativo maschile.

Alcune utili raccomandazioni: non utilizzate il preservativo femminile contemporaneamente a quello maschile, si può utilizzare una sola volta e bisogna fare attenzione alla data di scadenza.

photo credit: FotoRita [Allstar maniac] via photopin cc