Come da previsione, “Nemico pubblico” il film di Micheal Mann con Johnny Deep nel ruolo del rapinatore John Dillinger, nei suoi primi giorni di programmazione incassa 1.057.000 di euro.

Il film ha ricevuto non poche critiche, molti degli spettatori infatti hanno visto nel film un taglio troppo romantico, mettendo in primo piano la storia d’amore fra il protagonista maschile Johnny Deep e Marion Cotillard.

Solo chi non conosce la filmografia di Mann autore, può aver dimenticato che da sempre l’amore e la cruda realtà sono alcune delle passioni trainanti presenti nel suo cinema.

Per quanto riguarda l’utilizzo del digitale nel film non è per nulla straniante, ma coinvolgente; aiuta ad entrare nella storia visionandolo e vivisezionandolo, facendolo somigliare in alcuni punti a riprese documentaristiche. Mann come al solito non lascia nulla al caso, d’altronde il regista in 28 anni di carriera ha all’attivo solo dieci produzioni, a conferma della sua meticolosità.

Tornando agli incassi di questo fine settimana al secondo posto c’è: “L’uomo che fissa le capre” che arriva a 621.000 euro di incasso, il resto del fine settimana caratterizzato dal maltempo non farà altro che contribuire ad aumentare ulteriormente gli incassi dei due film.

Degli altri film in programmazione tengono bene anche “Parnassus”, “Michael Jackson’s This Is IT” e “Up”; mentre per titoli italiani come: “Alza la testa” e “Marpiccolo” sono stati solo distribuiti in poche sale, di conseguenza sono destinati a non avere grossi riscontri al botteghino, almeno in questo primo fine settimana.