Il Principe Harry, che si prepara a trascorrere il Natale lontano dalla fidanzata Meghan Markle, ha parlato in maniera molto sincera e toccante degli effetti causati dalla morte della madre Lady Diana. Il principe inglese aveva solo 12 anni quando la Principessa Diana morì in un incidente d’auto a Parigi il 31 agosto 1997. Solo adesso, Harry ha deciso di parlare apertamente della morte della madre in un documentario sul decimo anniversario di un’organizzazione non-profit che lui ha creato in memoria di Diana, Sentebale.

Non ho mai fatto i conti con quello che è successo. Ho seppellito moltissime emozioni. Per la maggior parte della mia vita non volevo pensare all’accaduto”, ha ammesso il Principe Harry. Tuttavia, la determinazione della madre ha ispirato il quinto in linea al trono a voler fare una differenza per le persone più vulnerabili e in difficoltà: la creazione e gestione di Sentebale, creata nel 2006 per aiutare i bambini affetti da HIV e Aids in Africa, è stata in un certo senso terapeutica per lui.

“Adesso vedo la vita in modo molto diverso da prima”, ha continuato il Principe Harry, “Ero solito nascondere la testa sotto la sabbia e lasciare che tutto ciò che era intorno ti facesse a pezzi. E ora per me posso vedere esattamente cosa voglio. Il fatto che sia riuscito a mantenere Sentebale funzionante negli ultimi 10/11 anni è stato fantastico perché adesso ogni altra cosa in cui sono coinvolto ha senso per me e mi ha aiutato a iniziare”.

Ho bisogno di fare qualcosa della mia vita… io combattevo il sistema dicendo ‘non voglio essere questa persona’. Mia madre è morta quando ero molto, molto giovane e non volevo ricoprire quella posizione. Adesso ho l’energia, l’entusiasmo e la fortuna per essere in una posizione che può fare la differenza”, ha continuato il Principe Harry.

Sentebale è attiva in Lesotho, Paese africano con uno dei tassi più alti di HIV nel mondo. Un bambino su tre è orfano a causa della diffusione della malattia. Harry ha fondato l’organizzazione benefica insieme al Principe Seeiso della famiglia reale del Lesotho che ha incontrato nell’anno sabbatico che il reale di casa Windsor si prese nel 2006: Sentebale è dedicata alla memoria delle due madri dei principi.

“Questo è iniziato come la mia idea che avessi bisogno di un anno sabbatico per fare qualcosa di veramente costruttivo con la mia vita, qualcosa che rendesse mia madre orgogliosa”, ha aggiunto Harry. “Qualcuno mi ha detto di andare in Lesotho. Non sapevo niente del Paese, ma adesso so esattamente cosa voglio fare. Ho molta passione per le cause di beneficenza in cui sono impegnato”.

Nel documentario, il Principe Harry si definisce “un principe bianco e rosso di capelli” che quando arrivò in Africa non aveva idea di cosa volesse fare. “All’epoca non avevo idea dei meccanismi per creare una charity o avere un impatto maggiore dell’essere il principe bianco con i capelli rossi che arriva per far ridere i bambini”, ha ammesso.

Il Principe Harry, inoltre, ha dichiarato di voler lavorare in Africa per tutta la sua vita e di trasmettere questa sua passione per il grande continente ai suoi figli. “Per l’Africa è una via di fuga. Ora che ho trovato questa via di fuga, ho trovato anche un modo per usare il mio nome e posizione per fare del bene. Adesso amo l’Africa e questa passione non svanirà mai e spero di trasmetterla anche ai miei figli”.

Il Natale del principe Harry lontano da Meghan Markle

E a proposito di amore, il Principe Harry sembra fare sul serio con Meghan Markle: i due sono stati visti insieme a Londra pochi giorni fa mentre andavano a vedere insieme una commedia all’Apollo Theatre nel West End londinese. L’attrice di Suits e il principe dovrebbero avere trascorso l’intera settimana nel cottage di Kensington Palace dove Harry vive.

Tuttavia, l’attrice americana non passerà il Natale a Sandringham con la famiglia reale, visto che ieri è stata fotografata all’aeroporto di Heathrow mentre si avviava a prendere un volo di ritorno per il Canada, dove vive. Il motivo? Le tradizioni della Corona britannica sono molto precise e non ammettono eccezioni: alle festività natalizie con la Regina partecipano solo i parenti più stretti, e la relazione di Meghan Markle con il principe Harry è iniziata da troppo poco tempo per aprire l’invito alla trentacinquenne.