Da uno studio americano si evince che avere una vita lunga dipenda da alcuni semplici fattori noti a tutti, quali mangiare sano, mantenere un peso corporeo proporzionale all’altezza, dormire a sufficienza e fare esercizio fisico. L’artrite, per esempio, è legata a una dieta sbagliata, come d’altronde in linea di massima l’obesità, che può ridurre la vita di un individuo di circa dieci anni.

Quindi, invece di contare le calorie a breve termine per poter {#dimagrire}, l’indagine statunitense consiglia di condurre una vita all’insegna del live-it e del buon senso, piuttosto che del die-it. Questo si può realizzare già di prima mattina con una buona colazione a base di cereali, frutta fresca e noci e, durante la giornata, tanta verdura e legumi. Inoltre bisogna imparare a godere della vita in maniera immanente: vale a dire che, anche a livello di umore, bisogna imparare a sentirsi bene nonostante gli imprevisti della quotidianità.

Questo lo si può fare mantenendosi attivi, pieni di interessi, di hobby e di legami sociali: non importa se si è anziani, bisogna soprattutto essere propositivi e impegnati per sentirsi sempre giovani e sempreverdi.

Analizzando artisti professionisti di età compresa tra i 62 e i 97 anni di Los Angeles e New York, in vista del progetto di sensibilizzazione nazionale del Centenario, i ricercatori affermano che in molti hanno dato la spiegazione della loro vita così lunga alla loro passione di sempre: la recitazione, gli strumenti musicali nel caso di musicisti, la pittura e le mostre di acquerelli, il legame intenso con il proprio gemello e le attività eseguite in comune, la fede (a tal proposito, vari studi dimostrano che le donne anziane vivono più a lungo quando si frequentano all’interno di gruppi religiosi), la scrittura, e il fascino nei confronti delle storie della gente da riportare su carta stampata.

Tutte motivazioni che riportano prima di tutto all’attività della mente e poi del corpo che allungano la vita. Pertanto, mentre gli scienziati cercano il segreto della giovinezza, è possibile fare la nostra parte per prevenire le rughe e l’oblio della mente, ovviamente, prendendo cura della propria salute in tutti i suoi aspetti.

Per sentirsi giovani non solo dentro ma anche all’esterno, dobbiamo prenderci pura anche della pelle. Per farlo, come oramai è noto, si deve bere molto – l’acqua fa bene a tutto, soprattutto se assunta fuori pasto – si devono usare creme solari d’estate, protettive per l’inverno, farsi poche lampade, usare pochi zuccheri o almeno quelli necessari, e non fumare. Per le più giovani, d’aiuto sono i livelli alti degli estrogeni per una pelle elastica. Ma anche le meno giovani possono ancora far qualcosa.

Fonte: Huffington Post.