Per dimagrire praticare regolarmente fitness si rivela indispensabile. Ma come fare se si ha una giornata piena di impegni di lavoro? Le possibilità potrebbero essere solo due: allenarsi al mattino, prima di andare a lavoro, e allenarsi la sera prima di tornare a casa.

Tuttavia, non tutti sono inclini ad alzarsi eccessivamente presto per fare fitness prima di recarsi in ufficio; né sono molti coloro che hanno intenzione di passare la serata in palestra. Ma per dimagrire e bruciare grassi è indispensabile allenarsi, specie se si fa un lavoro sedentario. L’unica soluzione, allora, è allenarsi durante la pausa pranzo.

Fare fitness in pausa pranzo ha molteplici benefici. Innanzitutto, permette di ottimizzare le ore a disposizione e di non togliere tempo al sonno mattutino e agli hobby serali. Inoltre, ponendosi tra la mattina e il pomeriggio, il fitness in pausa pranzo aiuterà a mettere in moto le endorfine: si ritornerà a lavoro con un grande carico di positività e di energie. È provato, infatti, che muoversi e allenarsi durante le ore di lavoro rende più produttivi, specie nel pomeriggio, quando il calo di attenzione si fa sentire.

Se ci si esercita in pausa pranzo occorre mangiare almeno un’ora prima dell’attività fisica. Meglio gustare cereali, carboidrati e frutta in piccole dosi. Una volta tornati dall’allenamento, si sarà liberi di continuare il pasto e di recuperare le energie perdute.

Quando si opta per il fitness in pausa pranzo, bisogna fare un’accurata ricognizione di tempo e spazi a disposizione. Se la palestra è vicina al luogo di lavoro, ci si può recare in sala e fare tapis roulant o cyclette. In alternativa, si può fare fitness attorno al luogo di lavoro, nel parco vicino, per le scale dello stesso ufficio.

Se si ha intenzione di dimagrire, bisogna fare esercizi cardio, necessariamente preceduti da un breve riscaldamento. Pertanto, si possono praticare cylcette e tapis roulant, come già detto; si può praticare la corsa attorno all’isolato o percorrere le scale più volte; ci si può impegnare in un’ora di walking – quindi una camminata veloce – meglio se programmata assieme a qualche collega.

Se non vi è possibilità di uscire – se si attende una telefonata o si deve essere reperibili – allora, per allenarsi, ci si può portare gli strumenti necessari in ufficio. Oltre a quelli più grandi si può ricorrere anche a oggetti più piccoli, come la palla fitness, il tappetino per il pilates, alcuni piccoli pesi, la corda per saltare.

Ovviamente, è indispensabile portare in ufficio la borsa con l’abbigliamento giusto per il fitness e il cambio. Un problema a cui si può andare incontro, semmai, è l’igiene: a meno che non si disponga di un ampio bagno personale provvisto di doccia, in ufficio è difficile lavarsi e, soprattutto, sistemarsi a dovere i capelli. In questo caso, occorre essere flessibili. Il giorno in cui si decide di fare fitness in pausa pranzo, bisognerà farsi una crocchia e tirare i capelli il più possibile per non mostrarli sudati e spettinati. Per lavarsi, basta usare un asciugamano inumidito con cui tamponarsi e un deodorante.

Fonte: Health & Wellbeing