A quanto pare la cosa più indicata per gli uomini che vogliono rimanere in forma e stare lontani da una lunga serie di patologie è avere una vita sessuale particolarmente vivace. L’attività sotto le lenzuola, infatti, migliora il metabolismo maschile, perché attiva il testosterone, che permette agli uomini di ridurre la resistenza gli stati infiammatori e la massa grassa corporea.

Questo vale per tutti, ma sembra essere una salutare regola che acquisisce ancora più valore tanto per chi ha una relazione solida, quanto per chi, invece, si concede una scappatella di tanto in tanto. Queste sono, infatti, le condizioni ottimali in cui il sesso permette un corretto funzionamento del testosterone, cosa che non accade, invece, in caso di relazioni conflittuali, che peggiorano la sindrome metabolica, e il rischio cardiovascolare.

Uno studio portato avanti per tre mesi da un gruppo di ricercatori dell’Università “La Sapienza”, e condotto su un campione di uomini affetti da problemi ormonali, ha infatti rivelato che il testosterone, possiede ulteriori effetti benefici sulla salute dell’organismo maschile di quelli già’ noti, permettendo di ridurre la comparsa di patologie a carico del sistema cardiocircolatorio, al diabete e alle patologie cardiocircolatorie

Dopo aver approfondito l’aspetto relazionale della coppia, in rapporto alla comparsa di disturbi sessuali, ma anche come fattore indipendente di rischio cardiovascolare, gli studiosi sono giunti quindi alla conclusione secondo cui la quantità di testosterone è, a sua volta, influenzata dalla qualità dei rapporti sessuali.

In sostanza è emerso che più sesso uguale più testosterone, meno depressione, migliore performance cardiovascolare, miglior metabolismo e che tutto questo dipende dal tipo di relazione dell’uomo con la donna. All’interno della coppia, infatti, il testosterone funziona al meglio quando l’uomo non si sente trascurato dalla partner, altrimenti scatta il cosiddetto “effetto vedovanza” che comporta a sua volta uno squilibrio ormonale. Diversamente, gli infedeli saltuari possiedono un più basso rischio cardiovascolare, a patto che il tradimento sia solo occasionale. Avere l’amante fissa, infatti, non fa sempre bene, perché comporta un maggiore livello di stress al lavoro e sensi di colpa che portano conseguenze negative per la salute, come l’aumento del peso corporeo, tensioni sul lavoro e a casa, abuso di alcol e fumo.