Le protesi al silicone sono nate nel 1962, sono passati cinquant’anni e da allora hanno fatto molta strada, complici Playboy, la bambolina Barbie ed una società che dà sempre più importanza all’immagine, oltre alle star di Hollywood, dove la chirurgia plastica è sovrana, anche le dive di casa nostra non sono da meno, c’è chi esagera e chi si regala sono una o due taglie al massimo, giusto per dare una forma più morbida al décolleté.

Fra i personaggi famosi italiani troviamo anche Bianca Balti, 27 anni, modella italiana apprezzata in tutto il mondo, ma si è limitata ad una taglia in più, passando da una prima scarsa ad una seconda piena. Anche Cristina Chiabotto è ricorsa al silicone, concedendosi solo una terza scarsa.

Chi invece ha esagerato è stata Francesca Cipriani, convinta che solo le tette grandi le avrebbero permesso di entrare nel mondo dello spettacolo, arrivando anche a modificare il lato B, ma l’intervento non le è riuscito alla perfezione, tanto che ha denunciato il chirurgo. Lo ha fatto anche> Laura Chiatti, solo una taglia, per sentirsi meglio, ha raccontato.

Cosa dire del prosperoso davanzale della bombastica Cristina Del Basso, Raffaella Fico e Barbara Guerra, che molto sinceramente ha dichiarato di avere il seno rifatto perché: “Io sono un prodotto da vendere nel mercato dello showbusiness”.

Belen Rodriguez per siliconarsi è volata fino in Argentina, non ne aveva bisogno, certo, ma non è riuscita a resistere alla tentazione. Famosissima Carmen Di Pietro alla quale era scoppiata una protesi in aereo. Ed ancora la gieffina Vanessa Ravizza, Elisabetta Gregoraci, Melita Toniolo. In epoca in cui tutte corrono ad aumentare le dimensioni del seno, però, ci sono le pentite, Alba Parietti e Paola Perego