Ultimamente, tutte le donne che hanno avuto modo di sfogliare riviste di moda avranno sicuramente notato che gran parte delle modelle in campagne pubblicitarie sono, per la maggior parte, accomunate da una caratteristica: un sorriso imperfetto.

Ebbene, non siamo noi a credere che lo stilista abbia sbagliato modella o che la prescelta per il servizio fotografico fosse così bella da minimizzare la sua dentatura distorta, ma è proprio la moda che sta dettando questa nuova legge. Più i denti sono imperfetti, meglio è.

La prova è data proprio dal fatto che, secondo The Wall Street Journal, negli ultimi casting per le sfilate newyorkesi le più ricercate erano modelle con il diastema, cioè quella piccola fessura tra i due incisivi, caratteristica principale della regina del pop, Madonna.

Quasi come una tendenza che va controcorrente nell’era del digitale, dove Photoshop regna e cancella qualsiasi minimo difetto, in maniera da proclamare che la perfezione non esiste, ma è molto meglio valorizzare i propri difetti rendendoli un punto di forza. Ovviamente, poi, esistono i fanatici modaioli che addirittura ricorrono al dentista per creare un diastema fittizio.

Anche la casting director newyorkese Natalie Joos dichiara:

La gente ha voglia di qualcosa di diverso, che sia fuori dai canoni.

Sicuramente, imperfezione è sinonimo di autenticità. Voi cosa ne pensate?