Negli ultimi anni sono molte le produzioni cinematografiche che si sono occupate di trattare il tema delle Brigate Rosse, un periodo che ha sconvolto e segnato una intera generazione.

In primavera al cinema, e poi in televisione in una versione più dilatata, ci verrà raccontata una storia che avrà come protagonista uno di tanti eroi silenziosi di quel periodo. A farlo è il regista Giacomo Campiotto, che ha appena terminato le riprese di “Il sorteggio”, fra gli interpreti principali ci sono Giuseppe Fiorello, Giorgio Faletti, Gioia Spaziani e Matilde Piana.

Il film è incentrato sulla figura di Tonino, Giuseppe Fiorello, che lavora alla FIAT. L’operaio non ha particolari passioni o interessi nei confronti della politica; ha un unico grande amore, ed è il ballo. Le sue giornate tutte simili e prive di particolari sussulti, verranno inaspettatamente scosse da un sorteggio che lo vedrà inserito in una giuria popolare. Alla presentazione della notifica, il carabiniere che gliela consegna, non gli specificherà di cosa si tratta, e lo conforterà dicendogli che la nomina in questione gli consentirà di assentarsi per qualche mese dal suo noioso lavoro in fabbrica.

Poco dopo, un evento tragico gli farà comprendere che è stato scelto per giudicare i capi delle Brigate Rosse: Renato Curcio e Alberto Franschini, la cosa inizierà a tormentarlo ed entreranno in gioco le pressioni della madre, Matilde Piana, preoccupata per la vita dell’amato figlio, e quelle di Gino, Giorgio Faletti, che lo invoglierà ad adempiere al proprio dovere di cittadino.

La realizzazione del film è stata possibile grazie al contributo di Raifiction e Artis, ma principalmente grazie all’amore che Giuseppe Fiorello ha provato sin dall’inizio nei confronti del personaggio che interpretava.

L’argomento trattato è di una delicatezza estrema, solo negli ultimi anni si sta cercando di analizzare le dinamiche che dall’interno muovevano e manovravano le operazioni non sempre chiare del movimento armato, che ha caratterizzato uno dei momenti più drammatici della storia recente della nostra nazione.