Per rendere omaggio ai talenti italiani del make up è in programma dal 13 al 18 ottobre al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese la mostra “Make Me Up A Star”, ideata e realizzata dalle due giornaliste Francesca Silvestri ed Elisabetta Cantone in occasione del Festival Internazionale del Film di Roma.

L’iniziativa è degna di nota perché rende onore a una categoria spesso dimenticata e invece essenziale in un mondo, quello del cinema, che proprio nell’immagine e nella bellezza estetica trova i suoi fondamenti; tanto più che l’Italia annovera “make up artists” molto apprezzati a livello internazionale, tra cui spiccano Vittorio Sodano (nomination agli Oscar nel 2007 per “Apocalypto” e David di Donatello 2009 per “Il Divo”), Maurizio Silvi (nomination agli Oscar nel 2002 e premio BAFTA per “Moulin Rouge”), Fabrizio Sforza (BAFTA per “Il Paziente Inglese”, 1996), Aldo Signoretti (BAFTA per “Gangs of New York”, 2002), Manlio Rocchetti (premio Oscar nel 1989 per “A spasso con Daisy”) e Francesco Freda (Chioma di Berenice alla Carriera nel 2004) storico truccatore che ha curato il make up di star come Sofia Loren, Marcello Mastroianni, Audrey Hepburn e Jack Nicholson.

All’interno del Museo Bilotti verranno ricostruiti i set di pellicole internazionali e, attraverso immagini inedite e video, i visitatori potranno scoprire come nasce un personaggio del cinema. In Via Veneto verranno allestiti due backstage con artisti del make up, dove chiunque potrà diventare per un giorno la star del film preferito.

L’evento si chiuderà domenica 23 ottobre al Centro Congressi Roma Eventi, sede della 12ª edizione del Premio Internazionale Cinearti “La Chioma di Berenice“, rivolto agli Acconciatori, Truccatori, Costumisti, Scenografi e Arredatori che nel corso dell’anno si sono distinti nel loro lavoro. Quest’anno la Giuria sarà presieduta dall’attore e cabarettista italiano Leo Gullotta.