Altro che creme, beauty farm, chirurgia estetica. Per rallentare l’invecchiamento potrebbe bastare il tè rosso. Questa variante di tè è infatti particolarmente ricca di antiossidanti, preziose sostanze per l’antinvecchiamento e tra l’altro nemiche dei radicali liberi.

Rispetto agli altri tipi di infusi il tè Rooibos, questo il suo nome originale africano, non contiene caffeina, ma in compenso apporta grandi benefici alla salute. Lo dimostra una recente ricerca condotta dall’Inran e coordinata da Mauro Serafini, che ha coinvolto 15 volontari sani e non fumatori.

I risultati hanno evidenziato che, dopo un’ora dall’assunzione del tè rosso, vi è un significativo aumento delle difese antiossidanti plasmatiche. Già questo aumento era stato notato con il tè verde e il tè nero, decisamente più comuni qui in Italia rispetto alla variante rossa, ma comunque ogni tipo di tè ha effetti benefici noti da tempo, dunque se preso in dosi moderate si rivela un valido aiuto per tutelare la nostra salute.

In definitiva, potenziare queste difese potrebbe significare rallentare, o quantomeno provarci, l’invecchiamento, che inesorabilmente colpisce tutte noi.