Il talent show X-Factor rappresenta un ottimo trampolino di lancio per i giovani talenti che vogliono accorciare i tempi e diventare subito delle pop star senza dover “fare la gavetta”. Purtroppo, la maggior parte di coloro che hanno studiato musica non apprezza il format.

A intavolare il discorso è Placido Domingo, famoso musicista e direttore d’orchestra spagnolo. Il tenore lirico ha espresso il suo parere negativo sulla trasmissione di Rai Due condotta da Francesco Facchinetti:

A volte ci sono anche dei talenti ma non mi piace il modo in cui vengono insultati i partecipanti. Dicono che sia nell’interesse dell’ascoltatore, invece è mancanza di rispetto nei confronti di chi comincia una carriera o la sogna e che andrebbe invece incoraggiato.

La ramanzina non va però solo a X-Factor ma anche agli altri talent show, dove la storia del protagonista o le liti sotto l’occhio indiscreto delle telecamere permettono di innalzare gli ascolti.

Oggigiorno è davvero semplice diventare una star della musica: basti pensare al successo precoce ottenuto da Valerio Scanu, Marco Mengoni, Noemi oppure Alessandra Amoroso. Molti di coloro che partecipano a un talent show ottengono visibilità e la possibilità di incidere un disco.

Per questo motivo, Domingo fa presente che la vera musica è quella che si interpreta all’interno dei teatri e non sul palcoscenico di un programma TV. Tuttavia, il tenore non disprezza il talento dei Beatles e il ritmo della musica sudamericana:

Quello che vedo non mi piace, della musica non parliamone. Capisco che c’è sempre molta richiesta e questo spiega perché c’è un turn over notevole di cantanti e canzoni. La musica vera quella resta e rimarrà sempre: per fortuna se ne fa ancora di buona qualità e nei teatri ci si può ancora incontrare.