Che la tecnologia del 3D si stia diffondendo a macchia d’olio nella cinematografia contemporanea è un dato di fatto, e forse potrebbe diventare un vero e proprio obbligo per le future pellicole, o perlomeno per quelle più rappresentative.

Eppure il terzo episodio di “Batman” potrebbe andare contro tendenza restando sul piano bidimensionale: lo si viene a sapere da Cinematics che ha scambiato quattro chiacchiere con Wally Pfister, direttore della fotografia. Sulla questione del 3D la frase pronunciata da Pfister lascia poco spazio alle congetture:

Christopher vuole girare il film in pellicola, non in digitale. E io sono d’accordo.

A quanto pare comunque una scena de “Il Cavaliere Oscuro” era stata girata con la tecnica della stereoscopia, ma poi non venne inserita nel film. Inoltre Nolan e Pfister hanno rifiutato di convertire in 3D “Inception”, e ciò lascia intendere come questi personaggi siano poco avvezzi alla terza dimensione, sebbene non se ne conosca il motivo.

“Batman 3″ è previsto per il 2012, e nel cast saranno presenti Christian Bale, Morgan Freeman, Michael Cane e Gary Oldman. La direzione sarà affidata a Chistopher Nolan.